News dal mondo creativo

novembre 2019

Missing Film Festival - Lo schermo perduto - 28a edizione
Dal 7 novembre al 18 dicembre 2019 al Club Amici del Cinema a Genova Sampierdarena

Torna l’appuntamento annuale con il Missing Film Festival  – Lo schermo perduto, progetto speciale dei C.G.S., Cinecircoli Giovanili Socioculturali realizzato dal Club Amici del Cinema con il patrocinio di  MIBAC Direzione Generale per il Cinema, una iniziativa che si propone di coinvolgere un pubblico giovanile e di spettatori appassionati insieme per condividere una passione, quella per il cinema, che è esplorazione continua di nuovi mondi, nuove culture, immagini diverse.

La 28ma edizione  si svolgerà dal 7 novembre al  18 dicembre 2019 al Club Amici del Cinema  Via C. Rolando 15 Tel. 010 413838.

Nell’impianto del  Festival  trovano spazio svariate sezioni nelle quali si rincorrono continui rimandi tematici all’attualità.

Prima fra tutte il Concorso: cinque opere prime o seconde del cinema italiano con titoli capaci di cogliere lo spirito del tempo e  nomi meno noti ma non meno importanti.  I film di questa edizione sono BANGLA di Phaim Bhuiyan (ovvero gli irresistibili “dolori del giovane Phaim”, diviso tra l’adesione alle norme dell’Islam e le pulsioni della sua giovane età), L’OSPITE di Duccio Chiarini (una crisi domestica diventa l’occasione per calarsi nelle vite sentimentali degli altri), IL CAMPIONE di Leonardo D’Agostini  (l’amicizia improbabile e preziosa tra un calciatore straordinario quanto sregolato e un mite professore), IL MANGIATORE DI PIETRE di Nicola Bellucci (in un territorio impervio tra l’Italia e la Francia un passeur indaga sulla morte di un altro spallone, e  porta alla luce verità insospettate e dolorose), IL GRANDE SALTO di Giorgio Tirabassi (due rapinatori  maldestri progettano un colpo che potrebbe dare una svolta alle loro esistenze).

I film in concorso saranno valutati dalla Giuria del Missing Film Festival  composta da appassionati soci del Club Amici del Cinema.

La sezione DOC, i documentari cui come sempre il Festival ha riservato un meritato spazio, presenta DOVE BISOGNA STARE di Daniele Gaglianone, A FAB DAY’S NIGHT- Le giornate genovesi dei Beatles di Elisabetta Ferrando, FANTASMI A FERRANIA (teaser di Diego Scarponi), IL VARCO di Federico Ferrone, Michele Manzolini. 

Gli Omaggi  ai grandi film della storia del cinema, presentati in versione restaurata: ENAMORADA di Emilio Fernandez, PANIQUE di Julien Duvivier, LADRI DI BICICLETTE di Vittorio De Sica.

Gli Extra, un contenitore ampio e variegato in cui trovano spazio novità come TESNOTA di Kantemir Balagov che sarà il film d’apertura del Festival e IL RITRATTO NEGATO di Andrzej Wajda (in collaborazione con La Strada dell’Arte), oltre a  titoli cinematograficamente più liberi come DILILI A PARIGI di Michel Ocelot,  TAKARA- LA NOTTE CHE HO NUOTATO di Damien Manivel, Kohei  Igarashi, YESTERDAY di Danny Boyle, MARTIN EDEN di Pietro Marcello, IL MIO CAPOLAVORO di Gaston Duprat.  E infine I FRATELLI SISTERS di Jacques Audiard e  STANLIO & OLLIO di Jon. S. Baird, omaggio a un attore intenso e poliedrico come John C. Reilly.
Sono previste serate Missing in varie sale di Genova e della Provincia.  

 

 

Videogiochi tra cultura e innovazione: Game Happens Festival celebra gli autori e le autrici internazionali che stanno cambiando l’orizzonte
Oltre 40 ospiti provenienti da tutta Europa

Possiamo immaginare videogiochi in cui non si spara e non si corre? In cui si prova il piacere di perdersi nella storia quasi fosse un romanzo, o con personaggi che nascono dalla propria autobiografia? O magari esperienze in realtà virtuale che prendono vita dal teatro, o ancora mondi creati da urbanisti e archeologi che danno forma digitale alla creatività? Per dare una risposta a queste domande, arrivano a Genova oltre 40 ospiti – provenienti da tutta Europa – che progettano, sviluppano e studiano i videogiochi.

L’occasione è Game Happens, Festival internazionale dedicato all’impatto culturale, politico e sociale dei videogiochi, che torna nella cornice storica di Villa Durazzo Bombrini a Genova Cornigliano dall'8 al 10 novembre 2019. Il tema di questa quinta edizione, intitolata Elements of Change, è l’esplorazione  degli elementi di innovazione culturale che i videogiochi indipendenti stanno portando e la loro relazione con le altre industrie creative, culturali e tecnologiche presenti in Italia e non solo. Autrici e autori, ma anche ricercatrici e ricercatori che studiano l’impatto sociale del mezzo di comunicazione, sono stati scelti a rappresentare un settore che sta raggiungendo una nuova maturità nell’affrontare anche tematiche complesse.

I Paesi rappresentati al Festival sono Gran Bretagna, Francia, Svizzera, Portogallo, Belgio, Olanda, Serbia, Norvegia, Finlandia e Danimarca, ma anche Stati Uniti.

Il Festival è interamente gratuito e si compone di due parti: una conferenza e una exhibition aperta alla città in cui tutte le persone sono invitate a provare i giochi indipendenti selezionati che meglio rappresentano gli elementi del cambiamento dell’industria creativa. Oltre ai giochi, verranno messi in mostra anche prototipi fisici e digitali, sketch e diari di sviluppo, documenti testuali e video, realizzati nella fase di progettazione: un lavoro fondamentale che solitamente resta nascosto agli occhi del pubblico. 

Info: gamehappens.com

 

Compagnia di San Paolo: aperto il Bando CivICa 2019 – Progetti di Cultura e Innovazione Civica
Deadline 23 dicembre 2019

La Compagnia di San Paolo intende far proseguire la riflessione sul rapporto tra cultura, innovazione e dimensione civica. In questo contesto si inserisce la nuova edizione del bando CivICa – progetti di Cultura e Innovazione Civica. 

Il bando si rivolge a partenariati di soggetti pubblici e privati per progetti interamente focalizzati sulla sperimentazione di beni, processi e servizi culturali volti a favorire l’attivazione della propensione civica degli individui.

Verrà data la priorità a quei progetti ideati per essere adottati permanentemente nelle attività delle organizzazioni culturali coinvolte e/o che abbiano un potenziale sviluppo imprenditoriale, in grado di renderlo replicabile e sostenibile nel medio periodo. L’individuazione del bisogno civico sul quale agire e le modalità con cui provare a incidere dovranno prendere le mosse da evidenze empiriche, studi, collaborazioni con ricercatori, studiosi, istituti culturali, utilizzo di patrimoni materiali, immateriali e competenze specifiche. Una particolare importanza assumerà la composizione del partenariato che costituirà il gruppo di progetto e la sua coerenza con gli obiettivi che si prefigge.

Sono previsti bonus per la presenza di istituzioni culturali proporzionali alla loro capacità di impatto grazie alla partecipazione al progetto.

Le attività dovranno svolgersi nel territorio del nord-ovest (Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta) e dovranno partire da giugno 2020; la durata minima prevista è di 18 mesi. Sono esclusi progetti che includano esclusivamente presentazioni di libri e cicli di conferenze e/o convegni, nonché i progetti che si esauriscono con la sola attività di ricerca.

Per il presente bando è prevista la disponibilità complessiva di € 700.000. La Compagnia contribuirà per ciascun progetto fino a un massimo di € 60.000, a copertura al massimo del 70% del budget complessivo di progetto

La scadenza per la presentazione delle richieste è il 23 dicembre 2019. Gli esiti saranno pubblicati entro il 30 aprile 2020.

Info: compagniadisanpaolo.it/ita/Bandi-e-scadenze/Bando-CivICa-2019

 

Bando per l’erogazione di contributi per il 2019 in favore di stagioni teatrali realizzate in strutture aventi sede sul territorio del Comune di Genova
Deadline 8 novembre 2019

Con il bando il Comune di Genova intende favorire l’eccellenza artistica e il rinnovamento della scena teatrale genovese e consentire a un pubblico il più ampio possibile di accedere all’esperienza teatrale attraverso il sostegno alle strutture teatrali presenti sul territorio; sostenere, valorizzare e promuovere le stagioni teatrali in considerazione del fatto che il teatro ha rappresentato e continua a rappresentare per Genova un punto di eccellenza sia per qualità e innovazione dell’offerta sia per il radicamento e la particolare affezione da parte del pubblico genovese; favorire il rafforzamento e l’efficientamento del sistema teatrale genovese anche attraverso la promozione e il sostegno a forme di collaborazione e lo sviluppo ulteriore del sistema nell’ambito del tavolo di coordinamento Genovateatro.

Possono presentare domanda di contributo soggetti pubblici e privati che abbiano realizzato una stagione teatrale in una struttura avente sede sul territorio del Comune di Genova nella stagione 2018/2019 e che intendano realizzarne una nella stagione 2019/2020. Le stagioni dovranno avere una durata di almeno quattro mesi.

Le risorse destinate a finanziare il presente Bando ammontano complessivamente ad euro 100.000

La domanda di partecipazione dovrà pervenire al Comune di Genova entro le ore 12:00 del 8 Novembre 2019. Bando e modulistica sono disponibili sul sito del Comune di Genova al link: https://bit.ly/31F5KTv

La domanda deve essere indirizzata a:

Comune di Genova Direzione Marketing Territoriale, Promozione della Città, Attività Culturali c/o Archivio Generale Piazza Dante, 10 - I° piano 16121 Genova, consegnate a mano o inviate tramite raccomandata.

La Direzione Marketing Territoriale, Promozione della Città, Attività Culturali è a disposizione per eventuali ulteriori informazioni e/o chiarimenti ai seguenti recapiti:

Daniele D’Agostino, tel. 010.5574811, mail: ddagostino@comune.genova.it

L’esito della valutazione verrà pubblicata il giorno 25 novembre 2019 sul sito internet del Comune di Genova (www.comune.genova.it)

 

 
I Luoghi della cultura: dialogo con il museo
Gli esperti del Patrimonio Culturale cittadino in dialogo con i millennials

I Luoghi della cultura: dialogo con il museo è un progetto del Comune di Genova che precederà la 24^ edizione del Salone Orientamenti 2019 (12 -13 -14 novembre – Porto Antico) un ciclo di incontri  per approfondire, conoscere e proporre l’offerta sia culturale sia di impiego nel settore culturale, un vero e proprio percorso formativo per dare maggiore consapevolezza del nostro patrimonio culturale e delle nuove offerte lavorative nel settore.

Cultura e servizi alla persona registrano un incremento delle assunzioni, oltre ad un crescente interesse da parte dell’Unione Europea. Recenti indicatori segnano, a livello nazionale, +23,75% (base annuale e riferita al 2015 Fonte: Unioncamere - Ministero del Lavoro, Sistema informativo Excelsior), e rappresentano un indotto importante per la nostra città e per il paese. Dati avvalorati anche dal recente convegno “Io sono cultura” tenutosi a Genova e curato dal “Job centre” dove è stato evidenziato che: «…il sistema produttivo culturale e creativo offre lavoro a più di un milione e mezzo di persone, il 6,1 per cento del totale degli occupati in Italia. Vale 92 miliardi di euro, che ne ‘stimolano’ altri 163 per arrivare a 255,5 miliardi prodotti dall’intera filiera culturale: il 16,6 per cento del valore aggiunto nazionale».

Gli incontri sono rivolti a studenti delle scuole superiori, Universitari, dottorandi e addetti ai lavori e sono organizzati dal Comune di Genova - Direzione Marketing Territoriale, Promozione della Città e Attività Culturali - Ufficio Cultura e Città in collaborazione con Job Centre srl, Direzione Beni Culturali e Politiche giovanili - Settore Musei e Ufficio Informagiovani del Comune di Genova.

Clicca qui per leggere il programma

 

 

 

 

 

ottobre 2019

2021 Settecento anni dalla morte di Dante: al via le proposte di progetto da presentare al Comitato
Il form per presentare i progetti on line fino al 31 dicembre 2019

Nel 2021 ricorre l'anniversario per i settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. Numerose le iniziative già in cantiere sia in Italia, come la mostra alle Scuderie del Quirinale o il concerto di apertura delle celebrazioni a Ravenna, con una composizione originale dedicata ai tre canti della Commedia, che all’estero, come ad esempio una presenza dantesca nel nostro padiglione nazionale a Expo Dubai 2020. Un programma fittissimo, elaborato dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, presieduto da Carlo Ossola, al quale sono invitati a partecipare associazioni, enti locali, musei, istituti e realtà culturali che intendono ricordare questa importante ricorrenza

Le selezioni sono aperte e le proposte dovranno pervenire attraverso il modulo on line, corredate di immagini e di una breve traduzione in inglese per agevolarne la successiva pubblicazione tra gli eventi patrocinati o sostenuti dal Comitato qualora la valutazione risultasse positiva.

Termine ultimo per presentare la richiesta di Patrocinio, e Contributo 31 dicembre 2019 
Termine ultimo per presentare la richiesta di solo Patrocinio 30 giugno 2020

Info: dantesettecento.beniculturali.it
 

 

INTRANSITO 2019 Rassegna di Teatro emergente: ecco i sei finalisti
La rassegna si svolgerà il 12,13,14 dicembre 2019 al Teatro Akropolis di Genova
 
Ecco i nomi dei sei progetti finalisti selezionati dal bando Intransito 2019
Soggetto
 
Progetto
 
ALLUMA Anche i cori russi mi consolano. Ode ad un padre militante
BERNABÉU/COVELLO Un po' di più
CHIARA TAVIANI E HENRIQUE FURTADO VIEIRA presso Associazione UOT Stand still you ever-moving spheres of heaven
PAN DOMU TEATRO Assenza Sparsa
RUEDA TEATRO Pezzi - si vive per imparare a restare morti tanto tempo
ARCHIPELAGOS TEATRO Aspide. Gomorra in Veneto
I selezionati avranno l’opportunità di presentare il proprio lavoro di fronte ad operatori, critici e personalità del mondo del teatro di livello nazionale nella 4^ edizione della Rassegna di teatro emergente il 12, 13, 14 dicembre 2019 al Teatro Akropolis di Genova Sestri Ponente. I sei finalisti inoltre riceveranno un premio di 300 euro e il vincitore, decretato da una giuria nazionale appositamente selezionata, riceverà un premio del valore di 1.500 euro.
 
Il progetto Intransito, che ha cadenza biennale, ha visto nelle passate edizioni la partecipazione di oltre 500 compagnie teatrali ed è organizzato dal Comune di Genova, in collaborazione con Teatro Akropolis, Associazione La Chascona, Compagnia Officine Papage.
 
 
 
Europa Creativa, online la call "Sostegno ai progetti di Cooperazione Europea 2020"
Deadline 27 novembre 2019

E' online, nell’ambito del programma Europa Creativa, la call EACEA 32/2019 dal tema “Sostegno ai Progetti di cooperazione 2020”. Si tratta dell’ultima call della programmazione 2014-2020 e la scadenza per la presentazione delle candidature è il 27 Novembre 2019. Le proposte progettuali riguarderanno la promozione transnazionale di artisti e/o operatori culturali, l’incremento dell’accesso alle opere culturali e creative con un focus su bambini, la promozione dei valori europei condivisi, la reciproca comprensione e il rispetto per le altre culture.

Le priorità su cui sviluppare le proposte progettuali sono le seguenti:

  • Promozione della mobilità transnazionale di artisti e/o operatori culturali e creativi finalizzata alla cooperazione internazionale e alla internazionalizzazione delle professioni
  • Rafforzamento dell’audience development e incremento dell’accesso alle opere culturali e creative con un focus su bambini, giovani, persone con disabilità e gruppi sottorappresentati
  • Ottimizzazione delle competenze professionali degli operatori culturali attraverso lo sviluppo di nuove abilità per facilitare il loro accesso alle opportunità internazionali di carriera, creare condizioni per una maggiore circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e network transfrontalieri, con uno riguardo al passaggio al digitale
  • Contributo all’integrazione sociale di migranti e rifugiati sostenendo il dialogo interculturale, la promozione dei valori europei condivisi, la reciproca comprensione e il rispetto per le altre culture
  • Eredità dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018 per sensibilizzare la storia comune e i valori e rafforzare il senso di appartenenza allo spazio comune Europeo Come nelle precedenti call, i progetti dovranno rientrare in una delle seguenti tipologie:

Categoria 1 – Progetti di cooperazione su piccola scala: coinvolgono almeno tre partner di paesi diversi e possono richiedere un contributo massimo di 200 000 EUR, pari a non più del 60% dei costi totali ammissibili.

Categoria 2 – Progetti di cooperazione su larga scala: coinvolgono almeno sei partner di paesi diversi e possono richiedere un contributo massimo di 2 milioni di EUR, pari a non più del 50% dei costi totali ammissibili. Il numero minimo di partner previsto per ciascuna categoria (3 per categoria 1 e 6 per categoria 2) deve essere costituito da operatori culturali attivi nei settori culturali e creativi. Per ambedue le categorie la durata massima dei progetti è di 48 mesi. 

La candidatura che deve essere proposta on line, utilizzando l’apposito e-Form entro il 27 novembre 2019.

Info e bando: eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/support-european-cooperation-projects-2020_en

 

Artissima 2019 la Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea apre la sua 26ᵃ edizione
Dal 1° al 3 novembre all'OVAL Lingotto di Torino

Artissima, la Fiera Internazionale di Arte Contemporanea giunge alla sua 26ᵃ edizione, dall’1 al 3 novembre nella consueta location dell’Oval, Lingotto Fiere di Torino.

Lo scorso anno la fiera ha chiuso con grandi numeri: 54.800 visitatori, 35 Paesi rappresentati in fiera, più di 5.500 collezionisti da tutto il mondo, 7 premi e 48 tra partner e sponsor. Grandi numeri insomma che fanno già ben sperare per l’edizione 2019 di Artissima Fair. Intanto, fino 2021 è stata confermata Ilaria Bonacossa alla direzione della fiera.

Il tema trasversale della 26° edizione sarà la dialettica “ desiderio/censura”. L’obiettivo è stimolare una riflessione aggiornata ed eterogenea sulle ambizioni e sulle utopie contemporanee nonché  sul complesso rapporto che esiste nella società contemporanea tra le immagini e il loro controllo.

Come ogni anno ci saranno le varie sezioni dedicate alle varie gallerie d’arte: le più giovani, quelle più consolidate, le gallerie emergenti, ecc. La parte fieristica dell’esposizione di Artissima si articola infatti in quattro sezioni: Main Section, la sezione dedicata alle gallerie più consolidate; Dialogue, parte dedicata alle gallerie emergenti o gallerie con un approccio sperimentale che intendono presentare uno stand monografico o lavori di 2-3 artisti in dialogo; New Entries, per le gallerie attive da meno di cinque anni e che arrivano per il primo anno nella città sabauda; Art Spaces & Editions, dedicata alle gallerie specializzate in edizioni e multipli d’artista e agli spazi no profit.

Ci sarà inoltre una sezione “Present Future” dedicata ai talenti emergenti, selezionati da giovani curatori internazionali; una parte “Back to the Future”, la sezione di Artissima dedicata a mostre personali dei grandi pionieri dell’arte contemporanea (per quest’anno il focus è sul periodo 1980-1994); la sezione “Disegni” dedicata a questa particolare forma espressiva.

Info: www.artissima.art

 

Game Happens. Festival internazionale dedicato all’impatto culturale, politico e sociale dei videogiochi
A Genova dall’8 al 10 novembre 2019

Dall’8 al 10 novembre 2019, Game Happens – il Festival internazionale dedicato all’impatto culturale, politico e sociale dei videogiochi – torna a Genova con una quinta edizione per mostrare gli elementi più innovativi del videogioco indipendente europeo, per mettere in relazione il settore con le altre industrie creative, culturali e tecnologiche. Il tema 2019 è Elements of Change.

Nell’anno celebrativo dei 150 anni della Tavola Periodica degli Elementi Chimici e nel Centenario della nascita di Primo Levi, autore che ha saputo unire chimica e letteratura, Game Happens fa tesoro della transdisciplinarietà culturale ed esplora i singoli elementi che stanno ridefinendo il videogioco come un mezzo di comunicazione e di espressione.

Particolare attenzione è dedicata alla diversità di autori e autrici che abitano oggi il settore indipendente, ovvero quella produzione di videogiochi dalla forte componente autoriale, frutto di un’innovazione che è innanzitutto creativa e legata alle proprie radici culturali.

Il Festival Game Happens è suddiviso in due parti: una conferenza, in inglese, rivolta a chi lavora nell’industria dei videogiochi, ma anche a studenti e studentesse che vogliono entrare a far parte del settore, e una mostra aperta alla città in cui tutte le persone sono invitate a provare i titoli indipendenti selezionati che meglio rappresentano gli elementi del cambiamento dell’industria creativa.

Game Happens 2019 è un evento organizzato da Regione Liguria, attraverso la sua società in house Liguria International, con il supporto dell’Associazione culturale Game Happens, e finanziato dal POR FESR Liguria 2014-2020. Con la collaborazione di Società per Cornigliano e di ETT SpA. Con il patrocinio dell’Università degli Studi di Genova.

Info: gamehappens.com