News dal mondo creativo

dicembre 2019

Festival della Scienza: apre il bando per inviare proposte per l’edizione 2020
Deadline 10 febbraio 2020
È aperto sul sito www.festivalscienza.it il bando per inviare proposte di mostre, laboratori, spettacoli, conferenze ed eventi speciali per la diciottesima edizione del Festival della Scienza, che si svolgerà a Genova dal 22 ottobre al 1 novembre 2020.
 
Attraverso la call for proposal vengono raccolti ogni anno centinaia di progetti che possono contribuire a comporre il programma della manifestazione. La call, che quest’anno è stata completamente rinnovata ed è disponibile sia in italiano sia in inglese, è aperta a tutti: enti pubblici e privati e persone fisiche. Il Festival incoraggia enti di ricerca, università, scienziati, ricercatori, associazioni di divulgazione scientifica, appassionati di scienza, editori e chiunque ritenga di avere un progetto di qualità da proporre a presentare proposte, che verranno attentamente valutate dal Consiglio Scientifico del Festival. Il bando scadrà il 10 febbraio 2020. 
 
Per ulteriori informazioni e per partecipare al bando: www.festivalscienza.it o direttamente call.festivalscienza.it
 
La parola chiave del Festival 2020 sarà Onde. Viviamo in un universo di onde. Onde elettromagnetiche, onde d’urto, onde gravitazionali, onde sonore, onde cerebrali. Le onde ci permettono di studiare il pianeta, il sole, l’universo, ma anche il clima, la vita in tutte le sue forme. Le usiamo per curarci o per ascoltare Mozart. Le onde scuotono le nostre vite nei terremoti, ci permettono di vedere visibile e invisibile, di percepire suoni, colori, emozioni. Ci conducono nel regno della meccanica quantistica, dall’infinitamente piccolo alla gravitazione universale. Le onde sono energia, in infinite forme e manifestazioni.
 
Paese ospite del Festival sarà il Regno Unito, patria di scienziati che hanno elaborato teorie e raggiunto traguardi fondamentali nella storia della conoscenza in tutte le discipline, dalla chimica alla matematica, dall’astronomia alle scienze naturali. Isaac Newton, Stephen Hawking, Charles Darwin, Peter Higgs, senza questi e molti altri scienziati britannici gran parte del teorie scientifiche moderne non esisterebbe. Il Regno Unito vanta una cultura scientifica pluricentenaria ed è connesso all’Italia della scienza da una rete virtuosa di relazioni e progetti condivisi, che il Festival si propone di far conoscere.

 

 
 
A Genova anteprima nazionale de "Il nostro Papa"
Nel film la ricerca di Massimo Minella diventata spettacolo per Teatro Pubblico Ligure

Prosegue la sua navigazione al cinema la storia della famiglia Bergoglio raccontata da Massimo Minella nello spettacolo Vengo dalla fine del mondo, presentato da Teatro Pubblico Ligure con la direzione artistica di Sergio Maifredi, poi diventato Genova-Buenos Aires. Sola andata come il titolo del libro edito da De Ferrari.

La ricerca del giornalista e scrittore genovese, vicecaporedattore de «la Repubblica» nel capoluogo ligure, è confluita nel film documentario Il nostro Papa di Marco Spagnoli e Tiziana Lupi, tratto dall’omonimo libro di Tiziana Lupi, che domenica 15 dicembre sarà presentato in anteprima nazionale ai cinema Cappuccini di piazza Cappuccini (ore 17,30 e 21,15) e San Paolo – Fritz Lang di via Acquarone (ore 18,30) a Genova, per essere il 16 e 17 dicembre nelle sale di tutta Italia. Un modo per festeggiare l’83° compleanno di papa Francesco, nato il 17 dicembre 1936 a Flores, in Argentina. Terra dove i suoi nonni e il padre, originari del Piemonte, sono arrivati imbarcandosi come migliaia di altri emigranti proprio dal porto di Genova.

Minella ha raccolto questa traccia e trovato la conferma di una partenza diventata eccellente un centinaio di anni dopo. Ne ha fatto un libro e poi un monologo messo in scena con il fisarmonicista Franco Piccolo. Vengo dalla fine del mondo ha debuttato in riva al mare l’8 luglio 2017, all’interno della X edizione del “Pieve Ligure Scali a mare Art Festival” prodotto da Teatro Pubblico Ligure con la direzione artistica di Sergio Maifredi. Poco dopo ha cambiato nome in Genova-Buenos Aires. Sola andata ed è stato replicato molte altre volte in tutta la Liguria.

Quando Marco Spagnoli e Tiziana Lupi hanno progettato il film Il nostro Papa con l’idea di ripercorrere la storia della famiglia Bergoglio, si sono rivolti a Minella e al suo lavoro. Hanno scelto un attore, Iago Garcia, e gli hanno affidato il compito di affrontare questo viaggio nel passato interpretando se stesso nel momento in cui gli viene chiesto di assumere il ruolo del Papa. A Roma incontra la giornalista Tiziana Lupi, autrice della biografia Il nostro Papa che ha dato il titolo al film. A Genova incontra Massimo Minella, che nel libro e nello spettacolo Genova-Buenos Aires. Sola andata ha raccolto le testimonianze degli imbarchi, dei viaggi e di tutte quelle storie così simili a quelle dei nonni di papa Francesco.  “Anche io – ha dichiarato Jorge Mario Bergoglio – sono figlio di migranti e avrei potuto essere fra gli scartati di oggi”.

 

 

Mediterranea 19 - Young Artists Biennale - School of Waters | Bando di selezione
L'evento si svolgerà nella Repubblica di San Marino dal 22 Ottobre 2020 al 28 Febbraio 2021. Deadline 26 gennaio 2020

La BJCEM, la Segreteria di Stato per l’Istruzione e Cultura della Repubblica di San Marino, gli Istituti Culturali della Repubblica di San Marino e l’Università degli Studi della Repubblica di San Marino lanciano la 19° edizione di MEDITERRANEA – Young Artists Biennale, evento transnazionale che si svolgerà nella Repubblica di San Marino dal 22 Ottobre 2020 al 28 Febbraio 2021 (Giornate di Inaugurazione 22-25 Ottobre 2020), con il titolo di School of Waters.

MEDITERRANEA 19 – School of Waters è dedicata ad artisti/e, scrittori/scrittrici, ricercatori/ricercatrici under-35 (nati/e a partire dal 1 gennaio 1984), che vivono e lavorano in una costellazione di territori collegati all’Europa e al Mediterraneo (Albania, Algeria, Austria, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Giordania, Libano, Libia, Malta, Montenegro, Marocco, Norvegia, Palestina, Repubblica di San Marino, Serbia, Siria, Slovenia, Tunisia, Turchia, UK). In questo contesto geopolitico, In questo contesto geopolitico, la Biennale vuole stimolare riflessioni sugli scambi e sulle ibridazioni, così come sulle diaspore incrociate che attraversano lo spazio Mediterraneo globalizzato. 

La Open Call Internazionale per la partecipazione alla 19 edizione di MEDITERRANEA, aperto dal 27 Novembre 2019 al 26 Gennaio 2020, sarà lo strumento principale con il quale il comitato curatoriale sceglierà tutti/e i/le partecipanti.

I partecipanti selezionati saranno ospitati a San Marino per le giornate di apertura (dal 22 al 25 Ottobre 2020).

I loro viaggi saranno coperti dai soci BJCEM - tra i quali il Comune di Genova - mentre il loro alloggio, in stanze condivise, sarà coperto dal Paese che ospita l’evento. 

I soci BJCEM si faranno anche carico delle spese di spedizione e assicurazione delle opere. Il Paese ospitante si occuperà dell’installazione delle opere, della loro protezione e sicurezza negli spazi che ospiteranno l’evento. I lavori saranno esposti per tutta la durata della Biennale.  

Il Comune di Genova membro della Bjcem in Liguria, invita a partecipare al bando di selezione, artisti/e, scrittori/scrittrici, ricercatori/ricercatrici di età inferiore ai 35 anni (nati a partire dal 1 gennaio 1984) che lavorano, studiano o vivono in Liguria.

Nata nel 1985 come piattaforma nomade, la Biennale è organizzata da BJCEM – Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Méditerranée ogni due anni in un luogo diverso del Mediterraneo. BJCEM è un’associazione internazionale con più di 50 membri e partner in Europa, Asia e Africa, che uniscono le loro forze per rendere possibile la Biennale e garantire la partecipazione di giovani artisti/e provenienti o operanti nei territori dell’area Mediterranea.

Disseminata in diversi spazi della Repubblica di San Marino, MEDITERRANEA 19 è curata dai fondatori e dai partecipanti alla terza edizione del progetto A Natural Oasis? Un programma di ricerca transnazionale (2018-2020

MEDITERRANEA 19 – School of Waters immagina una Biennale come una scuola temporanea, ispirata dalle pedagogie radicali e sperimentali, e dal modo in cui queste sfidano i format artistici, curatoriali e di ricerca. In questo senso, School of Waters opera come uno strumento collettivo di de-familiarizzazione dagli stereotipi che manipolano i nostri immaginari geografici, soprattutto quelli legati a un’interpretazione Eurocentrica dell’area Mediterranea. School of Waters si struttura grazie a una rivisitazione critica dell’agency materiale e simbolica delle acque, in una prospettiva geopolitica ed ecologica profonda. Il desiderio di imparare dalle acque dimostra la volontà di disinnescare i nazionalismi e riscoprire quel sincretismo acquatico che ha costituito il Mediterraneo come una piattaforma complessa di forme di vita e processi di conoscenza. Il gruppo curatoriale intende sviluppare MEDITERRANEA 19 come un’ecologia di pratiche capace di attraversare una molteplicità di spazi, in risonanza con la specificità di un piccolo stato come la Repubblica di San Marino.

Bando

Application form

Info: www.bjcem.org/mediterranea19

INTRANSITO 2019: Rassegna di teatro emergente under 35
Giovedì 12, venerdì 13 e sabato 14 dicembre. Due spettacoli a sera, a partire dalle ore 20
Intransito, rassegna organizzata dal Comune di Genova in collaborazione con Teatro Akropolis, La Chascona e Officine Papage e realizzata anche grazie alla sponsorizzazione di Conad, intende valorizzare il lavoro di giovani compagnie e artisti emergenti della scena nazionale che portano avanti una ricerca nell’ambito delle arti performative.

I sei finalisti, selezionati fra le oltre cento proposte pervenute, presentano il proprio lavoro al pubblico, a critici, a personalità del mondo del teatro a livello nazionale e a una giuria di operatori che al termine della rassegna assegnerà al vincitore un premio del valore di 1.500 euro, quale sostegno all’opera realizzata.

 

Giovedì 12, venerdì 13 e sabato 14 dicembre 2019
Due spettacoli a sera, a partire dalle ore 20

INGRESSO LIBERO (si consiglia la prenotazione)

 

IL PROGRAMMA
 
Giovedì 12 dicembre
 

Ore 20 - Durata: 50′
Chiara Taviani e Henrique Furtado Vieira presso Associazione UOT
Stand still you ever-moving spheres of heaven
Due creature si parlano e ci parlano reinventando e piegando ad un senso intimo la lingua anglosassone. Puntando sulla musicalità e concentrandosi sulla ritmica, la dizione e la pronuncia riscrivono un testo dallo slancio dadaista enfatizzandone la stravaganza e il rifiuto della logica. Le mani per connettersi, per dialogare, per suggerire paesaggi o stati; le mani diventano oggetti, maschere, protesi che scolpiscono figure immaginifiche.

Coreografia e performance: Chiara Taviani e Henrique Furtado Vieria | Light design: Eduardo Abdala
 

Ore 21.30 - Durata: 50′
Alluma
Anche i cori russi mi consolano. Ode ad un padre militante
Due sorelle si preparano al lutto. La sensazione di vuoto che le accompagna si traduce in una scena nuda, dove scrivania e sedia, da cui il padre non si stacca mai, scivolano nello spazio, muovendosi su ruote. In che consiste la sua eredità? Cosa resta dopo la morte di un padre militante? Il tempo presente condiviso diventa tragicomico: le figlie cercano disperatamente di recuperare il passato, e il padre di concretizzare un futuro. Alle eredi non resta che assecondare, come farebbero due valide Sancho Panza, il loro Don Quijote.

Scritto e diretto da: Mariagiulia Colace | Con Alessandro Cosentini, Mariagiulia Colace e Mariasilvia Greco

PRENOTAZIONI: www.teatroakropolis.com/evento/taviani-alluma/
 


 
Venerdì 13 dicembre
 
Ore 20 - Durata: 60′
Archipelagos Teatro
Aspide. Gomorra in Veneto
Aspide è una associazione mafiosa, un gruppo di persone affiliate al clan dei Casalesi, che tra il 2009 e il 2011 misero in ginocchio oltre 130 imprenditori di diverse regioni italiane. Nel clima omertoso si staglia la figura di Rocco Ruotolo, collaboratore di giustizia. Due donne – una giornalista e la moglie di Ruotolo – raccontano questa storia affinché non si ripeta. Lo spettacolo, partendo dal verbale del processo, ricostruisce il modus operandi dell’associazione, tra intercettazioni, parole del giudice e degli imputati. Lo spettacolo è promosso da Libera contro le Mafie.

Drammaturgia: Tommaso Fermariello | Con Gioia D’Angelo e Martina Testa
 

Ore 21.30 - Durata: 50′
Pan Domu Teatro
Assenza Sparsa
Siamo in un corridoio. Si aspetta, si fuma, si pensa. Le cose vanno insieme. Sempre. Nell’altra stanza, dove ogni tanto entreremo, senza bussare, senza essere discreti, in quella stanza, c’è il dolore. È fermo. Non parla. Assenza Sparsa è una storia fatta di proposte, di tentativi, a volte comici, grotteschi, assurdi, a volte concretamente ingenui, dubbiosi, disperati, di reagire al dolore. È raffazzonata l’assenza. Forse bisogna solo stare, senza  capire, sapere. Esserci. Ma quanto fa male.

Di e con: Luca Oldani | Con la partecipazione audio di: Dottor Paolo Malacarne, responsabile del reparto di rianimazione dell’ospedale di Pisa, Dottor Ugo Faraguna, professore e ricercatore di Fisiologia all’Università di Pisa, Dottor Francesco Tani, medico in un centro di Riabilitazione neurologica di Sarzana

PRENOTAZIONI: www.teatroakropolis.com/evento/archipelagos-pandomu/
.
 

 
Sabato 14 dicembre

Ore 20 - Durata: 55′
Rueda Teatro

Pezzi. Si vive per imparare a restare morti tanto tempo
Una casa. Una famiglia. Una madre e due figlie. È l’otto dicembre. L’albero di Natale va preparato. Come fanno tutti. Come si fa sempre. Come tutti gli anni. Rami, palline, luci, festoni. L’albero è ingombrante. È difficile capirsi, trovarsi, incontrarsi. È difficile parlare, stare nel silenzio è insopportabile. È difficile evitare di ricordare. Uno spettacolo che parla di morte, di ricordi, di paure. Che parla di legami, di dolore, di vissuti. Che parla alle madri, ai padri e ai figli. Che parla di famiglia. Che parla ad ognuno e di ognuno di noi.

Scritto e diretto da: Laura Nardinocchi | Con: Ilaria Fantozzi, Ilaria Giorgi, Claudia Guidi | Musiche originali: Francesco Gentile

Ore 21.30 - Durata: 55′
Bernabéu/Covello
Un po’ di più
Una giovane donna cammina, vacilla sui frammenti di una sedia disseminati sulla scena. Cerca invano una stabilità che è stata appena sconvolta dall’incontro con l’altro. Una danza esplode. Accanto a lei, lui rimane impassibile. I due si trovano immersi in un viaggio alla scoperta dell’altro e di se. Un tavolo in equilibrio su un solo asse oscilla e scandisce le loro incertezze, le loro fragilità. È il campo delle loro battaglie alla ricerca di una continua rinascita. La loro intimità racconta il saper riconoscersi, aspettarsi, allontanarsi e, forse, ritrovarsi.

Di e con: Zoé Bernabéu e Lorenzo Covello | Luci di: Paride Donatelli | Musiche di: Stefano Grasso

PRENOTAZIONI: www.teatroakropolis.com/evento/rueda-bernabeu/

 
 
INFO E PRENOTAZIONI
Teatro Akropolis – Via Boeddu 10, Genova Sestri Ponente
Tel: 329.1639577
Mail: info@teatroakropolis.com

Poiché i posti sono limitati è gradita la prenotazione.
È possibile prenotare:
- sul sito di Teatro Akropolis, all'interno delle pagine dedicate ad ogni serata: www.teatroakropolis.com/intransito/.
- telefonando alla biglietteria (tel. 329.1639577) tutti i giorni dalle 10 alle 20, o inviando un SMS o Whatsapp indicando nome e cognome, numero di posti, titolo spettacolo (es. Mario Rossi 3 Assenza Sparsa)

 
 
Capodanno a Genova: una festa lunga tre giorni
Genova dà il benvenuto al nuovo anno con un programma di tre giorni di festa gratuita in piazza De Ferrrari, da domenica 29 a martedì 31 dicembre 2019.
La piazza di Genova diventa così un palcoscenico a cielo aperto, in un continuo alternarsi di cantantidjyoutuber e rapper, da Gabry Ponte (29 dicembre) a Giusy Ferreri (notte di Capodanno) da Tedua (serata di San Silvestro) ai Boomdabash (30 dicembre) E ancora, divertimento Awed e i suoi amici, Mates e Cromo.
Il tutto è diretto, animato e condotto da Alberto Pernazza, insieme a Dj 7&8 di Giovanni Carrara come dj-set.  
Il Capodanno di Genova è organizzato da Comune di Genova e Regione Liguria. 
 
Eventi collaterali
 
Via Garibaldi
I festeggiamenti si estendono anche in Strada Nuova. Via Garibaldi, i palazzi dei Rolli, il museo di palazzo Bianco e Palazzo Tursi presentano un programma vario e interessante.
La notte di Capodanno inizia  dall’atrio del museo di palazzo Bianco, con “Pinocchio al museo”, un adventure game a metà tra il videogioco e la caccia al tesoro. (Info: Bookshop Musei di Strada Nuova 010 2759185 Prenotazioni: www.happyticket.it)
 
Nel quadro delle aperture straordinarie dei Palazzi dei Rolli per la notte di Capodanno aprirà anche quest’anno il palazzo Tobia Pallavicino, sede cinquecentesca della Camera di Commercio di Genova, in via Garibaldi 4. Palazzo Nicolosio Lomellino, gioiello di proprietà privata di via Garibaldi 7, propone una giornata speciale per Capodanno in cui  sarà possibile visitare la mostra monografica “Bernardo Strozzi (1582-1644). La conquista del colore” festeggiando l’inizio del 2020 con un brindisi speciale. Evento a pagamento. Per info e prenotazioni: 010 0983860 (orario lavorativo) – cell. 3938246228 (prefestivi/festivi). www.palazzolomellino.org
 
La notte di Capodanno gli atri dei palazzi e di Tursi saranno animati dalla “Tanto Grass Gang Band”, che proporrà cadenze jazz, pop e funk. Dopo il brindisi di mezzanotte ancora musica sulle note del violino Vuillaume (liutaio prediletto da Paganini) di Andrea Cardinale, della chitarra Ramirez (appartenuta a Andres Segovia) di Josè Scanu e del flauto di Gaia Godani per ascoltare celebri brani di Nicolò Paganini e Gioachino Rossini arrivando al '900 con il tango classico e di Piazzolla con un occhio alla musica del cinema e un omaggio alla canzone classica e non solo.
 
Capodanno al Porto Antico
In piazza delle Feste l‘orchestra di Fiati della Città di Cinquefrondi e i suoi 50 elementi propongono un repertorio musicale di alta qualità che spazia dai brani classici di Gioachino Rossini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini fino ad arrivare a Enrico Morricone, Nicola Piovani e Leonard Cohen. Dopo il brindisi di mezzanotte il divertimento prosegue fino all’alba con il DJ SET.
A piazzale Mandraccio si potranno trovare gli artisti della XIX edizione di “Circumnavigando - Festival Internazionale Circo Teatro - Fool Immersion” sotto il tendone da circo dalle ore 22 uno spettacolo unico fatto di acrobazie, teatro, danza e musica insieme alla Compagnia My Laika/Side Kunst Cirque (ingresso a pagamento). 
Anche per più piccoli e le loro famiglie “La città dei bambini e dei ragazzi” nei Magazzini del Cotone dalle 21 resterà aperta tutta la sera (Ingresso a pagamento). Rimarrà aperta anche la pista di pattinaggio sarà aperta (ingresso a pagamento) dalle 22 alle 5 del 1 gennaio.
 
Capodanno a Palazzo Ducale
Cultura, cena di gala e brindisi a Palazzo Ducale che si apre alla città e le sue mostre saranno visitabili fino alle 2 per festeggiare l’ultima notte dell’anno all’insegna dell’arte e della bellezza.
In più “Aspettando gli Anni Venti” esattamente un secolo dopo, un cenone in stile e con l’accompagnamento della Genova Swing Band e naturalmente la mostra “Anni Venti in Italia”.
E’ prevista anche l’accoppiata visita alla mostra “Anni Venti in Italia” e brindisi di mezzanotte con spumante, panettone e mandarini nel Loggiato del Cortile Maggiore di Palazzo Ducale.
 
 

gennaio 2020

Lo spettacolo Assenza Sparsa di Pan Domu Teatro vince la quarta edizione di Intransito
La prossima edizione si svolgerà ne 2021

Si è conclusa sabato 14 dicembre la quarta edizione di Intransito - rassegna di teatro under 35, concorso nazionale dedicato al teatro emergente under 35, organizzato da Comune di Genova - Genoa Municipality con la collaborazione di Teatro AkropolisLa Chascona Associazione e Officine Papage, grazie alla sponsorizzazione di Conad. 

Al termine delle tre serate dove le sei compagnie selezionate si sono esibite sul palco del Teatro Akropolis, la giuria ha decretato vincitore del concorso assegnando il premio di 1.500 euro messo in palio da Comune di Genova lo spettacolo Assenza Sparsa di Pan Domu Teatro (Luca Oldani, Jacopo Bottani). Questa la motivazione: "Per la capacità di trattare un argomento ostico scommettendo in modo innovativo su registri dal grottesco al poetico, senza rinunciare alla profondità del tema e per la qualità e la consapevolezza dell'interprete"Scritto e interpretato da Luca Oldani con la collaborazione drammaturgica di Jacopo Bottani lo spettacolo è il soliloquio pieno di domande di un giovane che aspetta, accanto alla stanza in cui un amico giace in coma profondo, tentando di reagire con ogni espediente al grande dolore dell’assenza.

I giurati – riconoscendo innanzitutto il notevole livello artistico e innovativo dei sei progetti finalisti presentati in rassegna - hanno deciso di assegnare anche due Menzioni Speciali: a “Stand still you ever-moving spheres of heaven” di Chiara Taviani e Henrique Furtado Viera, uno spettacolo che fonde gestualità e invenzione linguistica, “per la ricerca all’interno di un linguaggio a cavallo tra il fisico e la parola”, e alla compagnia Alluma che ha presentato “Anche i cori russi mi consolano. Ode ad un padre militante”, scritto e diretto da Mariagiulia Colace, in scena insieme ad Alessandro Cosentini e Mariasilvia Greco, “per la profondità e la maturità della drammaturgia.”

A tutti i sei finalisti – Taviani/Furtado Viera, Alluma, Archipelagos Teatro, Pan Domu Teatro, Rueda Teatro e Bernabéu/Covello – un premio di 300 euro.

L'edizione numero cinque di Intransito si terrà nel 2021.

 

novembre 2019

Il Mercatino di San Nicola torna in Piccapietra
Novità: la collaborazione con la Fiera del Libro che ritorna in Galleria Mazzini

Dal 1 al 23 dicembre, il tradizionale Mercatino della solidarietà torna nella Piazza che è stata la sua casa per tanti anni, piazza Piccapietra. Come ogni anno, partecipano al Natale solidale anche le squadre di Genoa, Sampdoria ed Entella, regalando le maglie autografate dai giocatori che verranno messe in palio alla lotteria del Mercatino.

L’ufficiale taglio del nastro, alla presenza delle autorità, avverrà domenica 8 dicembre a seguito del tradizionale corteo storico che partirà alle ore 10 da Piazza Matteotti, attraverserà il centro città fino a giungere in piazza Piccapietra.

Diverse le novità per questa edizione numero 31 del Mercatino di San Nicola, oltre alla ricollocazione nella sede storica, ristrutturata, tante collaborazioni eccellenti in nome del Natale e della beneficenza: 60 gli stand presenti, con la consueta offerta di altissimo artigianato sia locale sia nazionale, dal food all’arte del “saper fare” manuale. Inoltre, per ogni weekend, è prevista la partecipazione di più di 40 associazioni che si alterneranno per promuovere le loro attività.

Altra novità, la collaborazione con la Fiera del Libro (30 novembre - 6 gennaio): infatti, entrambe le manifestazioni tornano all’interno delle loro storiche location e collaborano durante le attività di intrattenimento del Mercatino. Importante sottolineare, la panchina letteraria per attività di bookcrossing, una sorta di pit stop nei momenti dedicati agli acquisti di Natale, per avere qualche minuto da dedicare alla lettura con la possibilità di scambiare libri in maniera totalmente gratuita.

Durante il weekend, invece, spazio alla musica e all’intrattenimento sul palco, con chiusura stand alle ore 21.30.

Per l’edizione 2019, i progetti a cui verranno destinati i fondi raccolti sono due: la partecipazione alla raccolta fondi per la ricollocazione e le attività inerenti, in Centro Storico, al locale-diurno urbano da parte della Comunità di Sant’Egidio, progetto a cui si unirà, con una serie di eventi in piazza, Eataly Genova; la partecipazione alla restaurazione della famosa Casa Rossa di Sturla, che diventerà nuovo punto di accoglienza delle attività della Associazione Band degli Orsi onlus: in particolare, la gestione della cucina sarà dei volontari della stessa associazione per tutta la durata della mercatino, così da garantire un autofinanziamento diretto al loro progetto. Ciò, però, non impedirà il regolare svolgimento delle tradizionali sagre: già dal primo weekend, 7 e 8 dicembre, torneranno i tortelli di Montepegli.

Ancora una grande novità per gli appassionati di artigianato tradizionale: Luisa Perdelli, nota presepaia genovese, per tutta la durata della manifestazione, esporrà la sua collezione di presepi interamente artigianali.

Infine, il 23 dicembre alle 18.30, consegna ufficiale dei fondi raccolti ed estrazione dei biglietti per aggiudicarsi, come ogni anno, le maglie autografate di Sampdoria, Genoa ed Entella.

Info:
smart.comune.genova.it/articoli/torna-piccapietra-il-mercatino-di-san-nicola

 

 

 

Comune di Genova: esito della selezione di proposte per la valorizzazione del Teatro Altrove
Vince il progetto dell'Associazione Mercanti di Idee

Sono stati pubblicati gli esiti della selezione di proposte per la valorizzazione dello Spazio Polivalente Teatro Altrove che si trova del cinquecentesco Palazzo Fattinanti Cambiaso nel cuore del quartiere della Maddalena di Genova, in piazzetta Cambiaso. I vincitori del bando pubblicato dal Comune di Genova sono l'Associazione Mercanti di Idee di Davide Pignone, un team di ragazzi fra i 25 e i 36 anni, già noti per l'organizzazione dal 2015 del TEDxGenova, evento internazionale che dà voce a progetti e persone di valore.

La Commissione ha stilato la graduatoria finale, che ha visto l'Associazione Mercanti di Idee superare altri candidati come l'Associazione Sarabanda e l'Associazione Promozione Sociale Hop Genova.

L'obiettivo del Comune di Genova è di valorizzare tale spazio polivalente quale connettore culturale e sociale in grado di attrarre dentro la Maddalena la restante parte della città e capace di entrare, con un’offerta qualificata, nella rete teatrale cittadina e nazionale. Il progetto verrà sviluppato sulla base di una partnership pubblico/privato che potrebbe ruotare intorno a spettacoli teatrali, cinematografici e musicali (la platea può ospitare 85 persone), eventi legati al cibo e all’enogastronomia (la struttura è dotata di un bistrot ristorante con annessa cucina), laboratori e mostre, cui potrebbero aggiungersi eventi privati.

Gli esiti del bando sono visibili sul sito del Comune di Genova al link:
www.comune.genova.it/content/selezione-di-proposte-la-valorizzazione-dello-spazio-polivalente-%E2%80%9Cteatro-altrove%E2%80%9D

 

 

A Palazzo Tursi corsi gratuiti di Fastweb Digital Academy sulle nuove professioni digitali
L'iscrizione è obbligatoria
Comune di Genova e Fastweb propongono un programma di corsi di formazione per lo sviluppo ci competenze specialistiche in ambito digitale organizzati da Fasweb Digital Academy, la scuola per le professioni digitali con sede a MIlano creata insieme a Fondazione Cariplo nell'ambito di Cariplo  Factory.
Sono partner Hub2Work, piattaforma che supporta le startup innovative e i processi di Open Innovatio territoriale e diGenova che, nata sotto l'egida del Comune, si propone di organizzare un sistema efficace per una città digitale non solo come offerta tecnologica, ma come cultura, filosofia di vita, di lavoro di rilancio del territorio.
 
I corsi si terranno presso Hub2Work a Palazzo Tursi Via Garibaldi 9 (atrio di ingresso porta a vetri a sx). I corsi sono gratuiti ma l’iscrizione è obbligatoria.
 
Ecco i corsi:
  • 25 e 26 novembre Digital Marketing Fundamentals 
  • 13 e 14 gennaio 2020 Social Media Marketing 
  • 3 e 4 febbraio 2020 Mobile Marketing 
I corsi durano 16 ore, dalle 9,30 alle 18,00
 
 
Per iscrizioni: www.fastwebdigital.academy
Al via la seconda edizione del Festival Letterario INCIPIT: In Cammino
Da martedì 12 a domenica 17 novembre 2019 a Genova
“In cammino” è il filo conduttore di Incipit, seconda edizione del festival letterario prodotto da Associazione Incipit con la direzione artistica di Laura Guglielmi e la direzione organizzativa di Daniela Carrea. Si svolge a Genova, in una quindicina di luoghi storici, da martedì 12 a domenica 17 novembre 2019. Sei giorni per incontrare oltre cinquanta scrittori, fra cui Paolo Rumiz, la coppia Selvaggia Lucarelli e Lorenzo Biagiarelli, Elvis Malaj, Marino Magliani, Ilja Leonard Pfeiffer, Riccardo Gazzaniga, Maurizio de Giovanni, Bruno Morchio, Sara Rattaro, Giuseppe Conte, Viola Ardone, Chiara Valerio, Ernesto Ferrero, Bjorn Larsson, Elena Nieddu e Marco Buticchi, oltre al leader degli Ox Otago Maurizio Carucci.
Sei giorni per capire da dove ognuno di loro è partito per mettersi in cammino e realizzare il suo incipit, l’inizio di un libro, di un viaggio, di una nuova vita, di una fuga verso un altro universo. Si può cominciare o ricominciare da un posto, una persona, una parola, un incontro, un’idea. Basta fare in primo passo, reale o metaforico, mettersi per l’appunto in cammino e cambiare prospettiva. Per questo Incipit è anche un invito a esplorare luoghi inusuali della città, dimore storiche o residenze private che si aprono in questa occasione, come l’appartamento in salita San Francesco 7/3, dimora storica della Nuit de Gênes di Paul Valéry o Castello D’Albertis, Galata Museo del Mare, la ferrovia Genova-Casella, il parco di Villetta Di Negro, Palazzo Montanaro, Palazzo Ducale, Castello McKenzie, luoghi noti e meno noti, scelti per stimolare un nuovo sguardo su un mondo in continua evoluzione. Ma gli scrittori rimangono i veri protagonisti del festival, ben sapendo che ci si esprime sia scrivendo che leggendo, o annusando i profumi dei libri, del cibo, dei giardini e dei boschi, luoghi mentali e fisici dove un nuovo equilibrio diventa possibile.
 
Incipit è prodotto da Associazione Incipit, con il sostegno di Regione Liguria e Comune di Genova, la sponsorizzazione di Crédit Agricole, Cosme, Villa Montallegro, Hotel de Ville e Mimoto, fra gli altri. Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili, eccetto lo show cooking a Palazzo Imperiale martedì 12 novembre. Per gli incontri sul Trenino Genova-Casella, domenica 17 novembre, munirsi di biglietto (consigliabile l’acquisto nei giorni precedenti per evitare il formarsi di code).
 
Programma aggiornato:
www.incipitfestival.it