News dal mondo creativo

marzo 2020

Indagine sulle carriere artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente in Italia biennio 2019-2020
Il questionario, attivo fino al mese aprile, è compilabile online

Quali sono le dinamiche professionali delle odierne comunità creative? Quali le opportunità e le fragilità nei diversi stadi delle carriere artistiche contemporanee? Quali fattori incidono maggiormente sullo sviluppo dei percorsi lavorativi in ambito culturale?

Queste alcune delle principali domande alla base dell’Indagine sulle carriere artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente in Italia promossa nel biennio 2019-2020 dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani in partnership con la Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura e con il sostegno della Compagnia di San Paolo nel contesto delle rispettive linee di lavoro sull’innovazione culturale volta a favorire il tessuto della produzione contemporanea attraverso il sostegno alla ricerca e alla creatività, alla sua conoscenza e divulgazione, alla sua promozione e valorizzazione.

L’iniziativa si attua in continuità con quanto fatto negli anni dalla rete delle città GAI al fine di contribuire al dibattito generale sui temi, ad una puntuale comprensione delle trasformazioni in atto, alla raccolta delle istanze di artisti e operatori, alla formulazione delle relative risposte in termini di politiche e azioni concrete.

L’indagine proposta ha l’obiettivo di studiare a livello nazionale, con focus regionali e locali, le scene artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente attraverso tre principali dimensioni analitiche:

1) trasformazioni nel ruolo e nelle carriere delle professioni artistiche e culturali

2) nuove forme organizzative e modelli di produzione culturale e artistica

3) ruolo degli artisti e dei centri nelle trasformazioni urbane

Il progetto si attua secondo fasi modulari di lavoro e step di avanzamento consecutivi che coinvolgono creativi emergenti, professionisti del settore, centri indipendenti di produzione culturale, enti di formazione, istituzioni e che si sviluppano nell’arco di 18 mesi tramite gruppi di discussione, analisi quantitative, ricerche pilota, presentazioni dedicate per arrivare ad un report pubblico finale di sintesi.

Dopo una prima fase di ricerca, svoltasi nell'estate 2019 con un focus su PERCORSI DI FORMAZIONE e PERFEZIONAMENTO in ambito ARTISTICO, e dopo una prima restituzione dei risultati durante il Festival Internazionale delle Scuole d'Arte e Design FISAD 2019, l’indagine nell’anno 2020 si concentrerà sulle professioni artistiche e creative.

Mantenendo quale obiettivo di analisi principale il panorama under 35, lo sguardo si amplierà per mettere in relazione la fase iniziale delle carriere con gli stadi successivi che, insieme, costituiscono un percorso lavorativo e professionale completo. Per rilevarne elementi caratterizzanti, occasioni, criticità, prospettive.

Il questionario, attivo fino al mese aprile, è compilabile online qui

Info:
Giovani Artisti Italiani www.giovaniartisti.it/indagine-sulle-carriere-artistiche-emergenti-e-la-produzione-culturale-indipendente-italia

 
Concorso fotografico "Io e il mio cibo" per gli studenti dell'Università di Genova
Il concorso è gratuito e aperto fino al 28 aprile 2020
 
Il cibo è tentazione, nutrimento, piacere, veleno, salute, pericolo, gusto, educazione, medicina, gioia, minaccia, famiglia, disgusto, ricordo, rischio, dieta, consolazione, ossessione, paura, fame, controllo, grasso, spesa, discipilna, dono, etica, emozione, rispetto, comunità.
 
Il cibo è tutto questo e molto altro. Mangiare è un atto denso di significati simbolici e soggettivi. Un alimento diventa cibo passando attraverso la cultura, l'esperienza, la politica, l'amore, l'economia.
 
Attraverso tre fotografie accompagnate da tre didascalie è possibile raccontare il proprio rapporto con il cibo. Il contest è gratuito e aperto agli studenti dell'Università di Genova che per partecipare devono inviare al massimo tre immagini a ioeilmiocibo@gmail.com dal 1 marzo al 28 aprile 2020.
 
La giuria composta da esperti del Laboratorio di Sociologia Visuale e fotografi del Circolo 36° Fotogramma selezionerà tre vincitori per ogni categoria: 1. Sperimentazioni; 2. Narrazioni; 3. Iconografie
 
Le foto migliori verranno proiettate durante il convegno "Il cibo è servito" che si svolgerà il 28 maggio a Palazzo Ducale e il 29 maggio al DISFOR Dipartimento di Scienze dell'Informazione  e saranno esposte in una mostra.
La premiazione avverrà nella serata del convegno ospitata dallo Street Food Fest, presso Piazza delle Feste al Porto Antico. I premi consisteranno in buoni da spendere durante lo street Food Fest.
 
Maggiori info:
Genova Blue Street: call4Ideas per la creazione di elaborati di poster art
I lavori devono pervenire entro il 1 marzo 2020
Il Comune di Genova in collaborazione con Clickutility Team l’Associazione Genova Smart City, bandisce una Call4Ideas per la creazione di elaborati di Poster Art, utili alla diffusione e alla promozione dell’evento Genova Blue Street, iniziativa collaterale e divulgativa legata al Blue Economy Summit che ha l’obiettivo di creare consapevolezza sulle opportunità di sviluppo che l’economia del mare offre. I temi scelti per questo contest sono innovazione, cultura, mestieri e sostenibilità collegati al mare e a Genova. Il candidato può scegliere se utilizzare uno o più temi per la realizzazione del proprio progetto grafico.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE 

Il contest è aperto a tutti coloro che vogliono proporre progetti di Poster Art con una tecnica a libera scelta. Saranno scelti, pubblicati e stampati 30 lavori, i quali saranno installati come manifesti in diverse zone del Comune di Genova dal 16 marzo al 12 aprile 2020. La giuria, inoltre, sceglierà un vincitore che riceverà un premio. La partecipazione è gratuita. L’adesione al contest può essere singola o in gruppo. E’ consentita la consegna di un massimo di tre progetti. Sono permessi elaborati grafici non inediti.

TERMINI DI CONSEGNA 

I lavori devono pervenire all’organizzazione entro e non oltre le 23.59 (ora italiana) del 1 marzo 2020 alla mail contest@besummit.it.
 
Qui di seguito i link per scaricare il bando e il modulo di iscrizione. Maggiori dettagli e informazioni sulla partecipazione e sulle specifiche tecniche richieste per l’impaginazione sono disponibili alla seguente pagina: www.besummit.it/contest-genova-blue-street/

 

 

febbraio 2020

Esiti della call CreArt per partecipare alla Dual Exhibition a Kaunas, Lituania, Eco-disaster
Sono stati selezionati i due artisti che parteciperanno alla Dual Exhibition a Kaunas, Lituania, "Eco-disaster", l'organizzazione Artkomas (www.artkomas.lt/) ha scelto gli artisti:
  • Yanire Fernandez, Valladolid
  • Mindaugas Juodis, Kaunas

Questa mostra invita la riflessione artistica sul fenomeno del cambiamento climatico, i suoi effetti, le sue reazioni sociali, gli artisti sono invitati a rappresentare le loro posizioni individuali, a riflettere criticamente e ricercare le reazioni del loro ambiente attraverso vari mezzi di espressione. Curatore della mostra è l'artista e critico d'arte Remigijus Venckus (www.venckus.eu

 

 
Comune di Genova: Bando di gara per assegnare in concessione d’uso a canone agevolato una parte di Villa Gruber a Genova Castelletto per lo svolgimento di attività di interesse culturale
Deadline 3 aprile 2020

Il Comune di Genova indice selezione pubblica per l’assegnazione in concessione d’uso per quindici anni, a canone agevolato, della porzione dell’immobile Villa Gruber sito in Corso Solferino civ. 29 – Genova (composta dal piano terra e dai primi due livelli del corpo principale della villa) per lo svolgimento di attività’ di interesse culturale.

Possono partecipare alla selezione gli enti del terzo settore che svolgono le attività aventi ad oggetto:

interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio;

organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e 3 della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale;

organizzazione e gestione di attività turistiche di interesse sociale, culturale o religioso 

riqualificazione di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.

E' possibile candidarsi entro il 3 aprile 2020

Il bando, la domanda di partecipazione e le planimetrie sono disponibili sul sito del Comune di Genova al link: www.comune.genova.it/content/bando-di-gara-l%E2%80%99assegnazione-concessione-d%E2%80%99uso-canone-agevolato-di-porzione-dell%E2%80%99immobile-de

 

 

 

 

 

Il festival di street art Rouen Impressionnée ha selezionato l'artista genovese Luca Arboccò per la prossima edizione
A giugno 2020 l'artista lavorerà alla realizzazione di un murale insieme ad un artista di Ruen

Sono stati pubblicati gli esiti della call CreArt per partecipare alla Dual Exhibition a Rouen, Francia, "Dual mural": è stato selezionato l'artista di Genova Luca Arboccò (www.instagram.com/luca_arbocco/) che a giugno 2020 lavorerà alla realizzazione di un murale insieme all'artista selezionato di Rouen (Francia), Herman Kolitz, nell'ambito del festival di street art Rouen Impressionnée (rouenimpressionnee.fr/), in programma dal 1 al 15 giugno 2020.

Teatro Nazionale di Genova: aperta call per trovare nuovi #GAIS Giovani Ambasciatori di Scena
La call è rivolta a ragazzi tra i 19 e i 30 anni. Deadline 10 marzo 2020
Hanno intervistato, filmato, scherzato, imperversato, assistito alle prove, partecipato alla vita del Teatro e soprattutto condiviso la propria esperienza tramite Facebook, Instagram e un blog interamente auto-gestito (mindtheclap.it). Sono i #GAIS - Giovani Ambasciatori In Scena, un gruppo di ragazzi che hanno preso parte all’innovativo progetto promosso dal Teatro Nazionale di Genova e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito di Open 2017 – Nuovi pubblici per la cultura.
 
Presentato da Teatro Stabile di Genova e Teatro dell’Archivolto nel 2017 pochi mesi prima che si unissero per dare vita al Teatro Nazionale di Genova, il progetto di audience development  #GAIS, iniziato con una call che andava a cercare ragazzi e ragazze interessati al teatro e alle nuove tecnologie, è oggi giunto nella sua fase finale. Nell’arco di due stagioni teatrali sono stati una trentina i ragazzi e le ragazze coinvolti (selezionati sugli oltre 100 che avevano partecipato alla call). I #GAIS hanno avuto accesso a una prima fase di formazione, imparando a padroneggiare gli strumenti della comunicazione online da professionisti del settore, grazie alla collaborazione di Webvisibility – Seo & Digital Marketing Agency, e successivamente hanno iniziato un personale percorso di storytelling e community management rivolto ai propri coetanei. Trasmettere la passione per il teatro, mostrandolo anche da punti di vista inediti, è la mission dei #GAIS, che in questo senso sono “ambasciatori in scena”. Il blog da loro curato, Mindtheclap.it, è un vero e proprio magazine ricco di interviste, recensioni, curiosità, articoli scritti dai giovani per i giovani.
 
Per portare avanti e ampliare questa preziosa esperienza con nuove forze è aperta una nuova call, rivolta a ragazzi tra i 19 e i 30 anni, ovviamente attratti dal mondo del teatro e desiderosi di acquisire nuove competenze nella comunicazione digitale, collaborando con il social team #GAIS. Per partecipare c’è tempo sino al 10 marzo 2020, basterà inviare un curriculum e un contributo motivazionale (lettera, video etc.) all’indirizzo mail gaisgenova@gmail.com
 
 
Genova World: un laboratorio per promuovere la nostra città nel mondo
Il laboratorio sarà ospitato alla Biblioteca Berio

Alla Biblioteca Berio nasce un laboratorio d’idee per promuovere Genova e la Liguria nel mondo, per fare rete, per contaminare saperi e per vivacizzare con proposte ed eventi le programmazioni culturali della nostra città, dal centro alle delegazioni, anima e realtà vive del nostro territorio: si chiama ‘Genova world’ ed è un’associazione culturale tra professionisti che comprende anche quattro ambasciatori di Genova nel mondo e che opera in stretta sinergia col Comune per divulgare il brand Genova e contribuire al posizionamento turistico, culturale, enogastronomico della città a livello nazionale e internazionale.

Genova World nasce da un’idea di Luisa Puppo e Umberto Curti di Welcome Management, i quali hanno già collaborato gratuitamente con il Comune, in particolare con “Genova Genius Loci” e “La scuola di educazione delle arti”.  Da queste collaborazioni è scaturita la loro decisione di donare al Comune un fondo librario specialistico di circa 2.000 volumi tra cui pubblicazioni di notevole pregio sui temi di turismo, enogastronomia, artigianato. I libri verranoo accolti e catalogati alla Biblioteca Berio.

In questo contesto, verrà stipulata a breve una convenzione tra Comune e Genova World, la quale, per tre anni, potrà disporre a titolo gratuito di uno spazio attrezzato nei locali della Berio, da utilizzare per una serie di attività on e offline : conferenze, momenti di animazione e di formazione, video, webinars, che riguarderanno anche alimentazione, prodotti locali, artigianato, botteghe storiche e che, a seconda dei casi, saranno rivolti al turismo, al trade, alla cittadinanza o a specifici segmenti di domanda.

Ecco i fondatori di Genova World:

Luisa Puppo - presidente
imprenditrice marketing e formazione e ambasciatrice di Genova nel mondo

Paola Minale - vice presidente
allergologa e ambasciatrice di Genova nel mondo

Umberto Curti - direttore scientifico
consulente, formatore e saggista

Stefano Bruzzone
basilicoltore/pestarolo e ambasciatore di Genova nel mondo

Manuel Carbone
artigiano dei lievitati

Roberto Costa
imprenditore della ristorazione e ambasciatore di Genova nel mondo

Maria Popia
imprenditrice della ristorazione

Sonia Speroni
food tourism manager

Info: smart.comune.genova.it/comunicati-stampa-articoli/genova-world-promuove-genova-nel-mondo

 

Bando per corso professionale gratuito per attori e performer cofinanziato da Regione Liguria e Unione Europea
Il corso è rivolto a 12 disoccupati under 29. Deadline 27 febbraio 2020

La Liguria ha una nuova scuola di recitazione. Si chiudono il 27 febbraio 2020 le iscrizioni al bando per il corso professionale gratuito per attori cofinanziato da Unione Europea e Regione Liguria con rilascio di qualifica professionale, organizzato da Fondazione CIF Formazione in collaborazione con Teatro Akropolis e Teatro dell’Ortica. Il bando rientra nell’ambito del Programma Operativo Fondo Sociale Europeo – Regione Liguria 2014-2020 – Asse 1 “Occupazione” - “CULTURA IN FORMAZIONE 2” – OPERAZIONE LIGURIA: CHE SPETTACOLO! e prevede un corso gratuito che apre le porte all’attività anche in ambito sociale e in dialogo con i linguaggi del contemporaneo.

Il suo valore innovativo consiste nel formare attori-performer-operatori teatrali sociali in grado non solo di calcare i palcoscenici svolgendo l’attività più tradizionale della recitazione, ma anche di applicare le proprie competenze in ambiti più ampi, che non hanno sede solo in teatro o in stretto rapporto con la scena, ma anche in realtà di natura educativa, scolastica e ludica, e sono in relazione con le nuove espressioni e le nuove esigenze provenienti dalla contemporaneità.

È destinato a 12 giovani disoccupati o in stato di non occupazione Under 29 in possesso di qualifica professionale o di diploma di scuola media superiore. La durata consiste in 650 ore di lezione, di cui 170 ore di teoria, 300 ore di pratica e 180 ore di stage aziendale, con un massimo di 130 ore di assenze consentite. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di “Qualifica” – Classificazione ISTAT 2.5.5.2.2. ATTORE.

Per accedere al corso gli interessati dovranno presentare apposita domanda di iscrizione presso Fondazione CIF Formazione, via Borzoli 61 a, Genova, tel. 010 252192 – E-mail: didattica@fondazionecif.it come indicato dal bando, entro il 27 febbraio 2020. 

Info, bando e allegati al link: www.fondazionecif.it/bando-di-concorso-attore-operazione-liguria-che-spettacolo/

 

Il Comune di Genova vince il bando dell'Unione Europea per rilanciare via Prè
Obiettivo è creare un nuovo polo cittadino della cultura, l’artigianato e l’intercultura

Il Comune di Genova si è aggiudicato Hub-In, un progetto di rigenerazione urbana finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito di Horizon 2020 Call, per un totale di 560mila euro. L’obiettivo del progetto è di creare un hub di innovazione e imprenditorialità per la trasformazione di attività storiche nell’area di Prè, trasformare Prè in un nuovo polo cittadino della cultura, l’artigianato e l’intercultura, grazie ad attività commerciali innovative e spazi per eventi e mostre. II programma di riqualificazione prevede un mix di interventi materiali e non, dall’arrivo dei temporary shop, i negozi provvisori, all’apertura delle porte posteriori di musei e Università di Genova, alla formazione dei commercianti. Prè potrà attrarre abitanti e turisti come luogo simbolo, superando un’immagine talvolta negativa, per affermarsi sempre più come un quartiere multiculturale ricco di gusti, sapori, relazioni e narrazioni.

Saranno inoltre apportate attività di consulenza che consentiranno alla singola impresa esistente, la messa a punto del proprio prodotto e proposta commerciale; alla rete di imprese la definizione di strategie comuni per favorire l’identificabilità e il marketing; ai soggetti creativi lo sviluppo di progetti sostenibili di insediamento, la costruzione di business plan per reti, associazioni o per l’avvio di impresa; ad imprese coerenti con il distretto, di costruire insediamenti mirati. Si collaborerà, inoltre, con le imprese turistiche per la riorganizzazione dell’offerta anche attraverso la produzione/commercializzazione di pacchetti che dovranno includere il territorio.

Il progetto Hub-In prevede di contribuire a invertire sistematicamente le tendenze di abbandono del patrimonio storico creando reti di poli in cui l'innovazione sarà il motore principale. Hub-in avrà anche un impatto diretto sulla creazione di nuove opportunità sostenibili per le imprese tradizionali locali e per lo sviluppo di nuove competenze e posti di lavoro creativi.

Il progetto ha come partner internazionali le città di Lisbona, Angouleme, Utrecht, Ptuj, Belfast, Lefkosia, Brasov, mentre a livello locale lavoreranno insieme il Comune di Genova, attraverso il coinvolgimento di tutti gli assessorati interessati e l'Agenzia Regionale Ligure Infrastrutture Recupero Energia avvalendosi della collaborazione dell'Università di Genova.