News dal mondo creativo

ottobre 2019

Divago | Festival d’arte contemporanea in Via del Campo dal 17 al 20 ottobre 2019
Aperta la campagna di crowdfunding

Divago è un festival di arte pubblica ideato e realizzato da Mixta Gallery. Al Festival partecipano otto progetti di artisti singoli e collettivi under 35 provenienti da tutta Italia selezionati con una open call terminata lo scorso giugno con la collaborazione della galleria Pinksummer. 

Divago nasce nel 2019 a Genova, il suo format si apre a realtà espositive itineranti in rapporto a luoghi pubblici e commerciali della città. Il suo fine è proporre un nuovo volto della città attraverso l’incoraggiamento del dinamismo artistico e la valorizzazione di giovani emergenti e di nuovi linguaggi contemporanei.

L’evento pilota - Divago edizione 0 - è stato realizzato nei giorni 15,16,17 febbraio 2019 in quattro luoghi sparsi nel centro storico : Una casa, un magazzino, un ex-bar e un ufficio. Ha visto un’affluenza complessiva di 800 persone. L’intero progetto ed.0 è stato autofinanziato dagli autori e artisti partecipanti.

DIVAGO FESTIVAL ed.1 VIA DEL CAMPO si svolge in Via del Campo, Piazza San Marcellino e Piazza Don Andrea Gallo, zone che sorgono sull'antico ghetto ebraico di Genova e che costituiscono un quadro sociale e culturale molto stimolante. In via del Campo l'ambiente è interessante perché è al limite del centro storico di Genova, in senso metaforico oltre che geografico: non è luogo di ritrovo e neppure di passaggio, ma per entrarci bisogna andarci apposta, e molto spesso, perciò, non ci si va. Le dinamiche dei suoi nuclei sociali e l'emarginazione dalla società cittadina sono stimoli per riflettere sull'identità della città, ma anche - con respiro più ampio - sulle culture contemporanee, e su come Genova ne sia attraversata.

Da qui la sfida di creare un festival di arte pubblica in cui gli artisti propongono opere che entrano in relazione con il pubblico, e lo stimolano ad interrogarsi su alcune dinamiche di relazione sociale e culturale del mondo contemporaneo.

Divago Festival ed. 1 - Via del Campo ha il patrocinio del Comune di Genova e dell'Accademia Ligustica di Belle Arti, e gode della collaborazione con la Galleria di Arte Contemporanea Pinksummer e con lo studio di web design Wall:in.

Per la buona realizzazione del Festival gli organizzatori hanno avviato una raccolta fondi sulla piattaforma Ulule.

Per dare un contributo cliccare qui: https://it.ulule.com/divago-ed-1-via-del-campo/

 

Comune di Genova: prorogati i termini di scadenza per la selezione di proposte per la valorizzazione dello Spazio Polivalente “Teatro Altrove”
Deadline 30 settembre 2019

Sono stati prorogati al 30 settembre 2019 ore 12.00 i termini di scadenza della selezione di proposte  per la valorizzazione del centro culturale polivalente denominato “Teatro Altrove”. Di seguito la descrizione del bando.

Il cinquecentesco Palazzo Fattinanti Cambiaso situato nel Sestiere della Maddalena di Genova, grazie a interventi di restauro e ristrutturazione eseguiti dal Comune di Genova ha ospitato negli ultimi anni un centro culturale polivalente dotato di uno spazio teatrale finalizzato alla realizzazione di eventi teatrali, cinematografici, musicali e di intrattenimento. Il Comune di Genova intende valorizzare tale spazio polivalente quale connettore culturale e sociale in grado di attrarre dentro il quartiere la restante parte della città e capace di entrare, con un’offerta qualificata, nella rete teatrale cittadina e nazionale.

Nell’ambito della tematica delle partnership pubblico-privato, il Comune di Genova ha maturato negli ultimi anni esperienza attraverso un Progetto Europeo di cooperazione transfrontaliero triennale denominato "Forget Heritage" (www.forgetheritage.eu), approvato nell'ambito del Programma Europeo "Interreg Central Europe", che si propone di promuovere la cooperazione tra città europee per l'individuazione di tecniche di management in partenariato tra soggetti pubblici e privati, finalizzate alla riqualificazione di spazi o edifici urbani sottoutilizzati attraverso l'insediamento di attività culturali/creative.

A tal fine, l'Amministrazione Comunale seleziona una proposta per la valorizzazione del centro culturale polivalente denominato “Teatro Altrove” che potrà potenzialmente prevedere la realizzazione di attività di seguito elencate a titolo esemplificativo: spettacoli teatrali, cinematografici e musicali; iniziative per bambini e famiglie; eno-gastronomia; laboratori corporate ed eventi privati; mostre; biblioteca.

Possono partecipare alla selezione tutti i soggetti (diversi da persone fisiche) che operano nel settore culturale/creativo.

Gli esiti saranno pubblicati sul sito del Comune di Genova il 12 novembre 2019.

Bando e documenti allegati sono disponibili sul sito del Comune di Genova al link: www.comune.genova.it/content/selezione-di-proposte-la-valorizzazione-dello-spazio-polivalente-%E2%80%9Cteatro-altrove%E2%80%9D

 
Torna a Genova Book Pride 2019, la fiera dell'editoria indipendente
A Palazzo Ducale dal 18 al 20 ottobre

Torna per la terza volta a Genova, nella prestigiosa sede di Palazzo Ducale, BOOK PRIDE, la fiera Nazionale dell’editoria indipendente, organizzata da ODEI – Osservatorio degli Editori Indipendenti – e giunta lo scorso marzo alla sua quinta edizione milanese.

Dal dal 18 al 20 ottobre 2019 le case editrici testimonieranno l’eccellenza dell’editoria indipendente in Italia. Anche quest’anno non è previsto alcun costo per i visitatori, a conferma di BOOK PRIDE come la più importante fiera di editoria italiana a ingresso gratuito.

Con il tema scelto per questa edizione, Ogni desiderio, Book Pride 2019 vuole esplorare i modi diversi e spesso inaspettati nei quali il desiderio si manifesta. E vuole farlo evidenziando da subito – a partire dalla scelta dell’aggettivo indefinito "ogni" che il desiderio non è uno, dato e univoco, certo e controllabile, bensì plurale, brulicante, contraddittorio e conflittuale. Il desiderio, se profondamente vissuto, tanto costruisce quanto disfa: genera, disorienta, rivela. Desiderare è dunque una tensione a modificare gli scenari, addirittura a immaginarne di nuovi, tanto a livello individuale quanto collettivo (desiderare ha senso – verrebbe da dire – soprattutto quando si desiderano utopie).

Le case editrici possono partecipare inviando il Modulo di adesione e il Regolamento. Qui le info: bookpride.net/site/book-pride-genova-adesione-e-regolamento

Nei tre giorni della manifestazione fra gli stand degli editori e il ricco calendario di presentazioni, incontri, reading ed eventi off il supporto dei volontari consente che tutto funzioni al meglio: per far parte della squadra leggi qui le info: bookpride.net/site/i-volontari-di-book-pride-genova

Al via la quarta edizione di DISEGNO GENOVA: Concorso di illustrazione – fumetto – vignette sul futuro della città
Scadenza del bando: 31 ottobre 2019

Sul sito www.smackcomics.it è stata lanciata la quarta edizione del bando per il concorso DISEGNO GENOVA organizzato da UNO di Fabio Testino, organizzatore di SMACK! Fiera di Comics e Games di Genova, promosso  e sostenuto da una rete prestigiosa di soggetti composta da: Blue Monkey Studio, Comune di Genova, Costa Edutainment spa, Dipartimento Architettura e Design Università di Genova, Fondazione Labò, Jonas Onlus Genova, Palazzo Ducale di Genova, Coordinamento Per I Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza - Pididà Liguria, Scuola Chiavarese del Fumetto, Scuola Internazionale di Comics di Genova. Media partner: Radio Babboleo e Il Secolo XIX, con l’intervento tecnico di Abacopromo Ge-Pegli - stampa e grafica.

Il tema del concorso, scelto in occasione della celebrazione dei 30 anni della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza / New York - 20 novembre 1989,  è “Genova 2029 – Una città a misura di bambina/o?”.
La 4° edizione di DISEGNO GENOVA propone di immaginare il futuro di Genova a misura di bambini/e con il coinvolgimento di tanti giovani artisti e realtà del mondo dell’infanzia, dell’illustrazione, e dell’architettura.
L’organizzazione ha voluto scegliere un tema che parta dalla situazione difficile, ma piena di opportunità,  della città e spinga ad immaginare una città a misura dell’infanzia. Tema che, se rispettato, garantisce vivibilità e rispetto per tutti.
 
La rete di collaborazioni di questa  4^ edizione si presenta particolarmente prestigiosa con adesioni di molte importanti e significative realtà del mondo dell’illustrazione e fumetto, dei Diritti dell’Infanzia, dell’urbanistica ed architettura… i tre mondi coinvolti dal tema del concorso.
Prestigiosa anche la giuria che vedrà come Presidente la Dott.ssa Serena Bertolucci, Direttore di Fondazione Palazzo Ducale e come giurati esponenti delle diverse realtà aderenti (la composizione finale della giuria verrà pubblicata il 10 settembre 2019 sul sito di riferimento).
 
Molte le novità interessanti. Il Dipartimento di Architettura e Design della facoltà di Architettura, oltre a promuovere il concorso tra i propri allievi, realizzerà un catalogo con le opere selezionate e gli interventi di alcuni giurati e rappresentanti degli enti che collaborano all'iniziativa.
Media partner del concorso saranno la maggiore radio ligure, Radio Babboleo, e il più importante quotidiano cittadino, Il Secolo XIX. Inoltre le molte realtà aderenti promuoveranno il concorso e le opere premiate nei propri circuiti social e di rete potenziando la visibilità dei vincitori.
 
I premi, garantiti dall’organizzatore, dalla Scuola Internazionale di Comics e Costa Edutainment rendono anche un concreto omaggio agli artisti vincitori, in particolare il primo classificato riceverà 1000 euro, una quota ad un corso annuale della Scuola Internazionale di Comics di Genova, 1 biglietto nominale Acquariopass che vale per un anno… fino a 365 entrate all’Aquario di Genova con ulteriori offerte specifiche. Sono previste anche mostre in via di definizione.
 
Oltre ai primi tre classificati la giuria e i singoli enti aderenti al progetto si riservano di menzionare eventuali opere che rappresentino al meglio i temi che promuovono le singole realtà in relazione al concorso di quest’anno.
 
 
 
 
 
 

settembre 2019

Torna il Paganini Genova Festival: dal 3 al 27 ottobre 2019
Un mese di concerti, conferenze, visite guidate, profumi, sapori, giochi nel nome del grande Violinista

Prende il via giovedì 3 ottobre la terza edizione del "Paganini Genova Festival": diciassette concerti, quattordici fra conferenze e incontri, una giornata di studio, visite guidate nei luoghi paganiniani, cene a tema, persino un gioco per le scuole dedicato all'illustre violinista, un prologo e un epilogo in Regione.

La manifestazione nasce da un accordo fra Regione Liguria, Comune di Genova, Fondazione Teatro Carlo Felice, Fondazione Hruby, Conservatorio "Niccolò Paganini" e Associazione "Amici di Paganini".

Il cartellone si articola, come nelle precedenti due edizioni in due sezioni differenti, all'interno delle quali sono stati individuati alcuni filoni, utili al pubblico per orientarsi nell'ampio programma.

Dal 3 al 18 ottobre la sezione "Genova la città di Paganini" con alcune tematiche interessanti come "Paganini per tutti", una serie di appuntamenti finalizzati a spiegare l'artista sul piano biografico, tecnico-violinistico, o nel rapporto con il suo tempo, "Paganini young" appuntamenti pensati e realizzati da un gruppo di soci giovani, diplomati e diplomandi, "La grande liuteria" dedicata a una riflessione sul collezionismo paganiniano di violini e chitarre, "For Kids" iniziative per i più piccoli e "Approfondimenti" i concerti dedicati a Paganini o "intorno" a lui.

Dal 21 al 27 ottobre, il clou del Festival con la sezione "Hommage a Paganini" dedicata ad alcuni appuntamenti musicali di rilievo. Parteciperanno quattro vincitori del "Premio.

Il Festival sarà anche l'occasione per turisti e genovesi di visitare i luoghi paganiniani della città, sono infatti previste visite guidate in alcune giornate di ottobre.

Giovedì 3 ottobre 2019 dalle 16.30 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi ci sarò l' inaugurazione e la presentazione del cartellone.

Per ogni ulteriore informazione consultare il sito www.niccolopaganini.it

 

Festival Nuovo Cinema Europa | decima edizione
Dall'11 al 18 ottobre 2019

Torna a Genova il Festival Nuovo Cinema Europa giunto alla sua 10° edizione, un evento internazionale che si svolge annualmente a Genova dal 2010 portando in città il cinema continentale contemporaneo, con l'obiettivo di far conoscere e promuovere in Italia i registi esordienti attraverso un'accurata selezione di lungometraggi di qualità, a cui si affiancano una sezione di corti europei e un focus sul cinema italiano. Tutti i film sono in lingua originale, sottotitolati in italiano.  Nella settimana del Festival si alternano proiezioni, dibattiti e workshop. Il Festival Nuovo Cinema Europa è anche sostenitore dei giovani talenti, della creatività e del multiculturalismo. Il programma completo sarà disponibile in autunno.

Curato dall’associazione culturale Profondità di Campo, con la direzione artistica e organizzativa di Angela Ferrari, l’evento fa parte della rassegna “Genova Città dei Festival”, organizzata in collaborazione con il Comune di Genova.

Info: 
www.fnce.it
facebook

Festival della Scienza 2019: appuntamento a Genova dal 24 ottobre al 4 novembre
La parola chiave dell'edizione 2019 sarà Elementi

Il Festival della Scienza rinnova l'appuntamento a Genova dal 24 ottobre al 4 novembre 2019.
Dodici giorni di conferenze, laboratori, mostre, spettacoli ed eventi speciali dedicati a visitatori di ogni fascia d'età e livello di conoscenza.

La parola chiave dell'edizione 2019 sarà Elementi.

Al Festival celebreremo i 50 anni dello sbarco sulla Luna, gettando uno sguardo sul futuro delle esplorazioni spaziali, e i 150 anni della tavola periodica degli elementi di Mendeelev, con un focus speciale sulla chimica. Grande attenzione verrà data inoltre ai temi legati all'ambiente e alle life sciences, discipline in cui tecnologia, medicina e industria collaborano per raggiungere il progresso.

Per il 2019, anno che celebra la ricorrenza del 160° anniversario dei rapporti bilaterali con l’Italia, la scelta del paese ospite è caduta su i Paesi Bassi, paese proiettato verso il futuro che vanta livelli altissimi nei vari settori della ricerca e dell’innovazione, prestigiose Università e vere avanguardie in ambiti quali i cambiamenti climatici, l’agroalimentare, la fisica e le nanotecnologie.

Il programma degli eventi verrà pubblicato a partire da lunedì 23 settembre. Le prevendite dei biglietti saranno disponibili a partire da lunedì 8 ottobre.

Maggiori info: www.festivalscienza.it

LocaLive Genova, un'associazione che mette in rete i locali di musica live
Una app e un portale per promuovere la musica dal vivo in città

Nasce LocaLive Genova un’associazione culturale, la prima che riunisce i locali dove si suona musica live, ma anche un portale e una app per promuovere la musica dal vivo nei live club e nei luoghi d’interesse culturale, attraverso un sistema informativo pratico e aggiornato, che permetta la consultazione degli eventi previsti nei locali. 

All’iniziativa, patrocinata dal Comune e da Confesercenti Genova, ideata dal Mig (Musicisti Indipendenti per Genova) e promossa da Edmondo Romano e da Cristina Torriano, hanno aderito i proprietari di numerosi locali genovesi dove si suona musica live: Tiflis - Bagni Liggia - Gargantua & Pantagruel - Exopotamia - Giardini Luzzati - Kowalski - L’Angelo Azzurro Club - Quinto Caffè - Pub 4 Canti - A Rumenta – Machegotti.

Obiettivo di LocaLive è promuovere il valore della produzione musicale live, con particolare attenzione alla musica originale, al lavoro degli artisti e senza esclusione di genere, nei live club e nei luoghi d’interesse culturaleIl tutto, con il riconoscimento della professionalità dei gestori, dei musicisti, dei professionisti del settore musicale e delle organizzazioni di eventi. Presidente di LocaLive è Matteo Zedda, da sempre impegnato nella promozione culturale, economica e turistica della città.

Il sito www.localivegenova.it (reperibile anche su visitgenoa) si basa essenzialmente su una web-app sviluppata sul progetto di promozione turistica Discovery Genova (mappa interattiva 3D con schede e contenuti multimediali per la pianificazione e la visita della città), nato nel 2015 dall’ Ember ARs Studio Editore e sostenuto in parte con i finanziamenti del Comune di Genova e della Camera di Commercio.

La struttura interna di LocaLive è suddivisa in due parti: la lista dei locali e quella degli eventi ad essi collegati. I locali creano le schede degli eventi, che vengono poi caricate sul sito in ordine cronologico: l’utente ha la possibilità di filtrarle secondo la data, utilizzando il calendario, o per genere, sfogliando la relativa lista.

È anche possibile cercare il nome del locale, dell’evento o dell’artista e condividere evento o locale su Whatsapp, Facebook e Twitter.

Come per Discovery Genova, lo strumento caratterizzante è la mappa interattiva 3D, interna alla web app, che permette in qualsiasi momento una navigazione alternativa a quelle delle schede/ pagine, fornendo all’utente una panoramica completa e in tempo reale. Inoltre, ogni genere musicale (o evento) viene visualizzato sulla mappa con un suo marker di riconoscimento, identificativo di un colore e di un acronimo.

L’accesso e la fruizione dei contenuti caricati su LocaLive Genova è di tipo responsive, cioè si adatta automaticamente al dispositivo che si connette (smartphone, tablet o computer) per offrire migliori visualizzazioni e interazioni.

Per info: localivegenova@gmail.com

 
Generazione Cultura 4: un bando per formare giovani nell'ambito culturale
Il bando con scadenza 30 settembre seleziona 50 laureati under 27 per formazione alla Luiss Business School e stage retribuit

Dopo le prime tre edizioni, il progetto Generazione Cultura, ideato e sostenuto da LOTTOMATICA, prosegue anche quest’anno grazie alla partnership con LUISS Business School e oltre 30 tra le principali Istituzioni Culturali nazionali.
Sono gli ultimi giorni per rispondere al quarto bando che si chiuderà lunedì 30 settembre 2019
Disponibili 50 posti per neolaureati di età massima 27 anni che avranno la possibilità di aderire ad un interessante progetto di formazione + stage retribuito in ambito manageriale per il settore beni artistici e culturali.
Il programma prevede alta formazione e stage sul campo per creare nuove professionalità legate al mondo della cultura. L’obiettivo è valorizzare e far crescere i futuri protagonisti del settore offrendo loro la possibilità di sviluppare le proprie capacità manageriali, grazie alla creazione di un percorso virtuoso tra istituzioni, università e territorio.
Sono previsti 6 mesi di stage retribuito  con un contributo economico pari a € 3.000, dopo una prima fase di 200 ore di formazione in aula presso la Luiss Business School per 50 ragazzi, età massima 27 anni, laureati.
Tra le Istituzioni partner: La Triennale di Milano, il FAI, il Museo Egizio di Torino, la Biennale di Venezia e la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia per il Nord; le Gallerie degli Uffizi, le Scuderie del Quirinale e la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma, Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli per il Centro; i Parchi Archeologici di Pompei, Agrigento ed Ercolano, la Fondazione Matera-Basilicata 2019 e la Reggia di Caserta per il Sud e molte altre ancora.
Maggiori informazioni, iscrizioni e bando: www.generazionecultura.it

 

Decreto MIBAC di Ferragosto: i musei statali liguri accorpati ai musei del Piemonte
Fine dell’autonomia amministrativa dei supermusei e stop ai poli museali regionali. Genova perde la Direzione regionale che sarà a Torino

Il provvedimento entrato in vigore in questi giorni, diminuisce in modo non trascurabile gli spazi di autogestione dei cosiddetti “supermusei”, quelli nati in seguito alla riforma Franceschini e cambia radicalmente la geografia dell’organizzazione dei siti museali e archeologici, eliminando i Poli museali regionali.

Il decreto del Ministro Bonisoli contiene nuove disposizioni sull’organizzazione dei musei statali, introducendo le Direzioni territoriali delle reti museali al posto dei Poli museali regionali, sono 10 e ripartite in questo modo: Direzione territoriale delle reti museali del Piemonte e della Liguria, di Lombardia e Veneto, dell’Emilia Romagna, della Toscana, del Lazio, di Abruzzo e Molise, della Campania, della Puglia e Basilicata, della Calabria e della Sardegna.

I musei non interessati alle nuove Direzioni territoriali vengono inglobati in altri musei autonomi, come nel caso della Galleria dell’Accademia che, insieme al Museo di San Marco, viene accorpata alle Gallerie degli Uffizi. Allo stesso modo, la Pinacoteca di Brera ingloba il Cenacolo vinciano, il Parco di Miramare di Trieste adesso comprende tutti musei dell’ex Polo regionale del Friuli-Venezia Giulia, i Musei Nazionali delle Marche inglobano la Galleria Nazionale delle Marche e tutti i musei dell’ex Polo regionale delle Marche, mentre fanno parte dei Musei Nazionali dell’Umbria la Galleria Nazionale dell’Umbria e tutti i musei dell’ex Polo regionale.
Nasce inoltre una nuova istituzione, ovvero i Musei Nazionali Etruschi con sede a Villa Giulia, dotato di autonomia “speciale” (ovvero sia scientifica, sia gestionale), che ricomprendono i musei etruschi e archeologici nazionali di Chiusi, Rocca Albornoz, Tarquinia, Tuscania, Cerite – Cerveteri, e le necropoli etrusche site nel Lazio (Banditaccia – Cerveteri e Monterozzi-Tarquinia) e in Toscana (Poggio Renzo – Chiusi, Tomba della scimmia – Chiusi).

Tra tutti i nuovi accorpamenti, quello della Galleria dell’Accademia alle Gallerie degli Uffizi è il caso che sta scatenando maggiori discussioni e critiche.