News dal mondo creativo

giugno 2020

Le collezioni del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova ora online
Ogni venerdì sui canali ufficiali Instagram (@accademialigustica) e YouTube (Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova)

In occasione della riapertura del Museo l’Accademia Ligustica di Belle Arti - da oggi ad ingresso gratuito - ha deciso di lanciare online una serie di mini-documentari, approfondimenti tematici sulle opere della collezione a cura del conservatore Giulio Sommariva e del corpo docenti.

Ogni venerdì sui canali ufficiali Instagram (@accademialigustica) e YouTube (Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova) dell’Accademia verranno pubblicati dei mini-documentari tematici dal titolo Un’opera alla ribalta – le collezioni del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, per introdurre tutti gli interessati alla scoperta del grande patrimonio di opere conservato presso il Museo dell’Accademia, al primo piano della sede centrale in Piazza De Ferrari.

Le collezioni, costituite già a partire dalla fondazione nel 1751, rappresentavano uno strumento didattico fondamentale per i giovani aspiranti artisti iscritti all’Accademia, i quali esercitavano le loro abilità attraverso la copia di modelli antichi e dipinti dei grandi maestri del passato. Nel corso degli anni numerose campagne di acquisizione hanno permesso di costituire il patrimonio attuale – ancora in crescita – che comprende centinaia di dipinti, disegni, marmi, gessi, ceramiche e un grande archivio calcografico costituito da matrici e stampe.

Oltre alla funzione didattica, il Museo ha anche consolidato quella che è considerata la prima collezione pubblica a testimonianza della storia dell’arte Ligure, offrendo un percorso assai variegato che inizia con i dipinti su tavola a fondo oro e si conclude con le rivisitazioni di Raimondo Sirotti.

Gli approfondimenti sulle opere saranno a cura del conservatore Giulio Sommariva e, a testimonianza del rapporto ancora vivo tra le collezioni e la didattica, le nozioni storiche verranno integrate da interventi specifici a cura dei docenti dell’Accademia, un assaggio della didattica contemporanea che si avvale oggi delle più disparate competenze: dalla fotografia alla cromatologia, dalla percezione visiva all’animazione digitale, passando per il costume teatrale e il sound design.

Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova,
Largo Pertini 4, 16121 Genova
dal martedì al sabato 14.30 - 18.30; domenica e lunedì chiuso
ingresso gratuito
www.accademialigustica.it
www.youtube.com/channel/UCcVPrJadYejTkElib0Ckbtg
www.instagram.com/accademialigustica/?hl=it

 

 

Cinema sotto le stelle. Circuito Cinema al Ducale 2020
Dal 15 giugno torna il Circuito Cinema nel cortile maggiore di Palazzo Ducale.

Dal 15 giugno torna il Circuito Cinema nel cortile maggiore di Palazzo Ducale. Tutte le sere alle ore 21.30 proiezione dei migliori film della stagione passata.
Ė possibile acquistare i biglietti presso il cinema Sivori, a Palazzo Ducale presso la biglietteria dell’ Arena Ducale mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo, oppure online tramite il sito circuitocinemagenova.com.
Qui il programma della 1^ parte 15 giugno - 2 luglio 20202

 

Festival Internazionale di Poesia di Genova Parole Spalancate 2020
La 26^ edizione ha un programma che copre 4 mesi, da giugno a settembre

Torna a Genova il Festival Internazionale di Poesia Parole Spalancate 2020, giunto alla 26^ edizione. La manifestazione, che promuove in tutto il mondo una delle più sottili e coinvolgenti forme d’arte e cultura, si è piegata senza, però, farsi spezzare dall’emergenza sanitaria dettata dal Coronavirus che negli ultimi mesi ha travolto il mondo. Per questo, il Festival Internazionale di Poesia sarà tra i primi eventi culturali in Europa a proporre performace e appuntamenti dal vivo con la presenza del pubblico, all’interno di un calendario itinerante da giugno a settembre con eventi live in oltre 30 luoghi di Genova tra palazzi, giardini, ville, spiagge e piazze.

Si comincia martedì 16 giugno con il Bloomsday 2020letture dell'Ulisse di James Joyce nel Centro Storico di Genova dalle 9 alle 24. Si continua con due serate di presentazione a Palazzo Ducale, mercoledì 17 e giovedì 18 giugno, con reading e spettacoli in esclusiva, sia in diretta streaming e sia con presenza del pubblico, ovviamente regolamentato. A luglio Parole spalancate si sposterà negli altri quartieri per altri appuntamenti con poeti e artisti dal vivo e in videoconferenza.

In agosto il Festival ospiterà la prima nazionale del nuovo spettacolo di Igor Chierici, Frankenstein e nella prima settimana di settembre la manifestazione tornerà a Palazzo Ducale per una serie di incontri con ospiti italiani e stranieri, il Salone dei Resilienti con le Case editrici di poesia, mostre, installazioni, concerti, proiezioni e visite guidate, più una serata speciale a Boccadasse. Il programma del Festival Internazionale di Poesia 2020, in via di definizione, è consultabile sul sito di Parole Spalacate

 

 

Nel 2021 torna Euroflora, l'esposizione internazionale del fiore e della pianta ornamentale
La 12^ edizione si terrà ai Parchi di Nervi dal dal 24 aprile al 9 maggio 2021
Torna a Genova dal 24 aprile al 9 maggio 2021 Euroflora nei Parchi e nei Musei di Nervi con il format innovativo inaugurato nel 2018 che coniuga un luogo di interesse botanico, paesaggistico e artistico con la qualità della produzione florovivaistica e il fascino della creatività di giardinieri, progettisti e compositori floreali. Sarà un’edizione più che mai a sostegno del settore, che potrà contare su collaborazioni importanti come quelle del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, dell’Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori, dell’Agenzia ICE, che finanzierà un ciclo di incoming che porteranno a Genova buyer provenienti da diversi mercati esteri, e di Grandi Giardini Italiani, la rete che raggruppa i più prestigiosi giardini pubblici e privati del nostro Paese.
 
Realizzato dallo Studio Lavarello, già autore di sei edizioni della manifestazione dal 1971 al 1996, il progetto è stato approvato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. Si basa su un nuovo principio geometrico di configurazione dello spazio costituito da grandi ellissi arricchito da forme circolari, ideati per disegnare nuovi percorsi provvisori, a integrazione di quelli esistenti, e per delineare la struttura delle zone espositive. Tutto ciò arricchito dalla presenza dell’acqua come elemento visivo e frangi rumore con 17 fontane. La costante geometrica, caratterizzata da specifiche variazioni delle forme, la si potrà ritrovare in grandi sequenze paesaggistiche fra tre grandi Ville che compongono l’intera area espositiva dei Parchi di Nervi.
Il tutto conferisce al progetto un carattere di armonia e unitarietà. La natura stessa dell'ellisse si sposa alla perfezione con l'impianto preesistente, caratterizzato da percorsi e macchie di vegetazione dall'andamento sinuoso, tipico del paesaggismo romantico, percorsi che contribuiscono a valorizzare ulteriormente le alberature monumentali e le essenze permanenti.
 
Oltre all’utilizzo degli spazi del Polo museale di Nervi - Raccolte Frugone, Galleria d'Arte Moderna, Wolfsoniana – sono stati progettati nuovi spazi espositivi semicoperti all'interno di piccoli padiglioni distribuiti lungo i percorsi di Parco Grimaldi, con l’obiettivo di offrire maggiori opportunità espositive ai produttori di fiori recisi e bonsai. I moduli espositivi, a forma semicircolare, di piccole dimensioni e rivestiti di tavole di legno colorate, potranno essere aggregati in piccoli gruppi, intervallandosi agli alberi e agli arbusti presenti.
 
 
 
FuoriFormato 2020 - Festival internazionale di danza contemporanea e videodanza: aperte le due call
La 5^ edizione si svolgerà a Villa Durazzo Bombrini e online su canale streaming da martedì 4 a venerdì 7 agosto 2020

FuoriFormato - festival internazionale di danza e videodanza è una rassegna annuale di spettacoli, performance e videodanza dedicata alla danza contemporanea. Completamente gratuito per il pubblico, FuoriFormato è organizzato da Comune di Genova e curato da Teatro Akropolis, Associazione culturale RETE Danzacontempoligure e Associazione culturale Augenblick, in stretta sinergia e collaborazione con le istituzioni pubbliche e private della città.

Un festival trasversale, inclusivo e itinerante che, nel corso delle sue tre edizioni, ha abitato più location, dal centro alla periferia di Genova, sempre valorizzando gli spazi della città che lo ospitavano.

Due le call aperte ad artisti, compagnie e autori relative alle corrispondenti sezioni del festival:

sezione DANZA (scadenza bando 19 giugno 2020) a cura di Teatro Akropolis e Rete Danzacontempoligure, 

- sezione VIDEODANZA (Stories we dance(scadenza bando 3 luglio 2020) a cura di Augenblick

attraverso le quali è costruito ogni anno il programma del festival, attento a rappresentare la molteplicità di linguaggi, approcci, stili, ricerche, poetiche e alle sperimentazioni proprie della contemporaneità. Ad arricchire la programmazione, una sezione performativa extra call a cura di Rete Danzacontempoligure dedicata alle produzioni degli artisti che aderiscono al collettivo.

Per la sezione Videodanza anche in questa edizione la rassegna promuove un laboratorio gratuito intensivo di produzione audiovisiva  "Mappe remote tra corpo e sguardo", a cura di Augenblick Associazione culturale e Associazione culturale RETE Danzacontempoligure. Il laboratorio si svolgerà ONLINE e gli interessati a partecipare potranno inviare la propria candidatura entro e non oltre le ore 12.00 di sabato 20 giugno 2020.

La quinta edizione di FuoriFormato si svolgerà in collaborazione con Società per Cornigliano SpA negli spazi di Villa Durazzo Bombrini e online su canale streaming da martedì 4 a venerdì 7 agosto 2020.

Leggi di più

 

 

Al via “La Valbisagno si racconta”, progetto del Municipio Media Valbisagno finanziato da Asef
15 documentari disponibili sulla piattaforma youtube sulla storia culturale, artistica e sociale della vallata

Arte, cultura, storia, tradizione. Donne e uomini. Beni materiali e immateriali, patrimonio di tutti. Il “capitale umano” della Valbisagno è stato chiamato a raccolta dall’Assessorato alla Cultura del Municipio IV “Media Valbisagno” per la realizzazione di un ciclo di passeggiate virtuali nella storia culturale, artistica e sociale della vallata.

Il progetto, già avviato durante l’emergenza sanitaria che ha costretto la cittadinanza a casa per due mesi, prende forma in un ciclo di 15 documentari disponibili sulla nota piattaforma “youtube”; è stato varato con il patrocinio del Comune di Genova e realizzato attraverso un finanziamento di 3500 euro di A.Se.F. Srl, la partecipata comunale specializzata in onoranze e trasporti funebri, che ha attinto dal fondo sociale “A.Se.F. per Genova”.

Tre documentari sono già stati lanciati in rete: in pieno lockdown, il 13 aprile, giorno di Pasquetta, è stata proposta una passeggiata virtuale a San Siro di Struppa; un secondo video è stato proposto per il 25 aprile, un terzo il primo maggio, con una visitazione filmica del Cantamaggio, l’antica festa contadina di Sant’Eusebio. I grandi temi sono il turismo di vallata, i percorsi nelle tradizioni del territorio, la storia e la memoria. Tutti raccontati da esperti locali, insegnanti, parroci, referenti della comunità locale e cittadini attivi.

I video di prossima pubblicazione, attualmente in produzione, accenderanno i riflettori sui beni della vallata come gli antichi “risseau” delle chiese, l’Acquedotto storico, le quadrerie a tema sacro del ‘600; poi gli oratori, le confraternite e feste patronali, le biografie di uomini e donne non illustri del cimitero di Staglieno, il Boschetto incerto  di Staglieno ed i protagonisti del Risorgimento, le società operaie, gli edifici storici e le antiche ricette proposte nella Mangialonga di Fontanegli.

 

Scopri di pù: smart.comune.genova.it/articoli/la-valbisagno-si-racconta

GENOVA CITTÀ DEI FESTIVAL: aperto il bando per erogazione di contributi a rassegne e festival 2020
La domanda di partecipazione dovrà pervenire al Comune di Genova entro il 3 giugno 2020

Il Comune di Genova intende, anche in questa situazione di emergenza sanitaria, promuovere e sostenere festival e rassegne per l’anno 2020 nella logica di valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale finalizzata allo sviluppo culturale, economico, sociale e turistico della città. Il Comune di Genova reputa opportuno avviare una programmazione di eventi di spettacolo dal vivo eventualmente fruibili anche da remoto attraverso l’utilizzo del digitale. I festival e le rassegne selezionati aderiranno al progetto Genova Città dei Festival e si impegneranno ad utilizzare il logo relativo concesso gratuitamente dal Comune di Genova.

Possono presentare progetti associazioni e fondazioni che abbiano i seguenti requisiti:

- operino specificamente in uno dei seguenti ambiti culturali: musica, teatro e danza, cinema e

audiovisivo, letteratura e poesia e integrazione arti sceniche e performative;

- realizzino la loro attività nel territorio del Comune di Genova;
- abbiano sede nel Comune di Genova;
- al momento della partecipazione all’avviso siano costituite da almeno un anno;
- presentino un dettagliato progetto di festival o rassegna rispondente ai criteri previsti dal
presente avviso.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire al Comune di Genova entro le ore 12:00 del 3 giugno 2020. 

Per accedere al bando, al modulo di domanda e agli allegati collegarsi al sito internet del Comune di Genova al seguente linK: www.comune.genova.it/content/avviso-pubblico-la-selezione-di-progetti-di-rassegne-e-festival-realizzati-sul-territorio-de?fbclid=IwAR3S5ZE3X2GrSDcawqFM3MHpSO9cHxEVy7WIxIDOMbcOfgf9YOBK9jSxw30

maggio 2020

Rolli Days Digital Week Genova
Dal 16 al 23 maggio 2020
 
Genova conferma l’appuntamento primaverile di promozione e conoscenza del Sistema dei Palazzi dei Rolli, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2006, e si trasferisce sul web per permettere al pubblico di scoprire le meraviglie delle sontuose residenze dell’aristocrazia genovese.
 
Nelle giornate del 16 e 17 maggio, una serie di video inediti porterà all’interno di alcune delle dimore più prestigiose, alcune delle quali verranno mostrate al pubblico per la prima volta: sarà quindi possibile vivere una esperienza simile a quella dell’evento in prima persona, attraversando le sale, scoprendo le architetture, ammirando le opere d’arte. Saranno presentati palazzi di assoluta eccellenza e qualità, in alcuni dei quali, per ragioni di spazi, non sarebbe comunque possibile far entrare il pubblico.
 
L’appuntamento con i Palazzi dei Rolli proseguirà per tutta la settimana successiva, fino a sabato 23 maggio, con video dedicati ad ulteriori siti e approfondimenti che permetteranno a tutti di godere della bellezza del patrimonio culturale genovese; e con qualche deviazione “golosa”, in collaborazione con Camera di Commercio e con il circuito “Genova Gourmet”, per scoprire anche i tesori e la meraviglia della cucina genovese tradizionale.
 
Scopri qui la Rolli Days Digital Week: https://www.visitgenoa.it/rollidaysdigitalweek/
 
L’evento Rolli Days Digital Week sarà promosso anche sulle pagine Facebook Visit Genoa e Genovamorethanthis e sul canale Instagram @Genovamorethanthis. Hashtag ufficiali: #RolliDays e #Genovamorethanthis Rolli Days Digital Week.
 
 
Rolli Days Digital Week Genova è un evento promosso e organizzato da Comune di Genova in collaborazione con  Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Camera di Commercio di Genova, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali - Segretariato Regionale della Liguria, Associazione dei Rolli della Repubblica Genovese; e in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova (Scuola di Scienze Umanistiche, Scuola Politecnica – Dipartimento di Scienze per l’Architettura).
 
Sponsor Istituzionali dell'evento: Iren, Esselunga
Main Sponsor: Banca Carige
Sponsor: Metinvest
Supporter: Gruppo Spinelli, Finsea
Radio Montecarlo è Media partner della città di Genova
 
 
-----------------------------------------------------------------
 
Rolli Days Digital Week Genoa
 
Genoa confirms the spring promotional event dedicated to the System of the Palazzi dei Rolli, which are part of UNESCO Heritage List until 2006, and it moves it on the web to allow the audience to discover the wonder of these sumptuous dwellings of the Genoese aristocracy.
From May 16 to 23 a series of never before seen videos, will open the doors of some of the more prestigious palaces, some of them shown for the first time.
It will be possible to live an experience, really similar to what you could personally experience attending the Rolli Days event, strolling through the halls, discovering their architectures, admiring the works of art.
Palaces of great excellence and artistic quality will be presented; in some of them public normally cannot enter due to space issues.
 
Many contents will be available both in Italian and English languages.
 
And there will be the opportunity to discover Genoese flavours too, thanks to the traditional recipes, reinterpreted by one of the chefs belonging to Genova Gourmet network and through an innovative “Rolli’s menu”, that includes many ingredients of our region, created by young "Chefs in quarantine".
 
 
Click here and discover the Rolli Days Digital Week (text in Italian , videos in English): https://www.visitgenoa.it/rollidaysdigitalweek/
 
Rolli Days Digital Week Genova 2020 is an event promoted and sponsored by the Municipality of Genoa, Palazzo Ducale Foundation for Culture, Genoa Chamber of Commerce, Ministry of Cultural Heritage and Activities - Regional Secretariat of Liguria, Association of the Rolli of the Republic of Genoa; in collaboration with the University of Genoa. (Humanistic science, Polytechnic school –Architecture science Department)
 
Sponsor Istituzionali dell'evento: Iren, Esselunga
Main Sponsor: Banca Carige
Sponsor: Metinvest
Supporter: Gruppo Spinelli, Finsea
Radio Montecarlo è Media partner della città di Genova
 
Il Mibact stanzia 20 milioni di euro a sostegno dello spettacolo dal vivo
E' attiva la procedura per accedere ai fondi. Fino al 25 maggio

20 milioni di euro a sostegno delle realtà delle arti performative che non hanno ricevuto contributi provenienti dal FUS nel 2019. Tali risorse provengono dai fondi istituiti con il decreto “Cura Italia”, varato dal Governo lo scorso 17 marzo, che destinano 130 milioni di euro alle emergenze dello spettacolo e del cinema.

Questo stanziamento fornisce una prima risposta alle esigenze di tante piccole realtà che operano nei settori del teatro, della musica, della danza, del circo prive del sostegno statale e pertanto sottoposte a maggiori incertezze in questo momento di emergenza.

Le risorse verranno ripartite in parti uguali per ciascun beneficiario e verranno devolute ai soggetti che presenteranno domanda nel rispetto di quattro requisiti: prevedere nello statuto o nell’atto costitutivo lo svolgimento di attività di spettacolo dal vivo; avere sede legale in Italia; non aver ricevuto nel 2019 contributi dal FUS; aver svolto tra il 1° gennaio 2019 e il 29 febbraio 2020 un minimo di 15 rappresentazioni e aver versato contributi previdenziali per almeno 45 giornate lavorative, ovvero,  in alternativa aver  ospitato, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 29 febbraio 2020, un minimo di 10 rappresentazioni essendo  in regola con il versamento dei contributi previdenziali.

Le domande potranno essere presentate utilizzando unicamente i modelli predisposti e resi disponibili sulla piattaforma on-line dalla Direzione Generale Spettacolo.

LE DOMANDE DOVRANNO PERVENIRE ENTRO E NON OLTRE LE ORE 16 DEL 25 MAGGIO 2020

Info: www.spettacolodalvivo.beniculturali.it

Indagine sulle carriere artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente in Italia biennio 2019-2020
Il questionario è compilabile on line fino al 15 maggio 2020 (data prorogata)

Quali sono le dinamiche professionali delle odierne comunità creative? Quali le opportunità e le fragilità nei diversi stadi delle carriere artistiche contemporanee? Quali fattori incidono maggiormente sullo sviluppo dei percorsi lavorativi in ambito culturale?

Queste alcune delle principali domande alla base dell’Indagine sulle carriere artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente in Italia promossa nel biennio 2019-2020 dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani in partnership con la Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura e con il sostegno della Compagnia di San Paolo nel contesto delle rispettive linee di lavoro sull’innovazione culturale volta a favorire il tessuto della produzione contemporanea attraverso il sostegno alla ricerca e alla creatività, alla sua conoscenza e divulgazione, alla sua promozione e valorizzazione.

L’iniziativa si attua in continuità con quanto fatto negli anni dalla rete delle città GAI al fine di contribuire al dibattito generale sui temi, ad una puntuale comprensione delle trasformazioni in atto, alla raccolta delle istanze di artisti e operatori, alla formulazione delle relative risposte in termini di politiche e azioni concrete.

L’indagine proposta ha l’obiettivo di studiare a livello nazionale, con focus regionali e locali, le scene artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente attraverso tre principali dimensioni analitiche:

1) trasformazioni nel ruolo e nelle carriere delle professioni artistiche e culturali
2) nuove forme organizzative e modelli di produzione culturale e artistica
3) ruolo degli artisti e dei centri nelle trasformazioni urbane
Il progetto si attua secondo fasi modulari di lavoro e step di avanzamento consecutivi che coinvolgono creativi emergenti, professionisti del settore, centri indipendenti di produzione culturale, enti di formazione, istituzioni e che si sviluppano nell’arco di 18 mesi tramite gruppi di discussione, analisi quantitative, ricerche pilota, presentazioni dedicate per arrivare ad un report pubblico finale di sintesi.
Dopo una prima fase di ricerca, svoltasi nell'estate 2019 con un focus su PERCORSI DI FORMAZIONE e PERFEZIONAMENTO in ambito ARTISTICO, e dopo una prima restituzione dei risultati durante il Festival Internazionale delle Scuole d'Arte e Design FISAD 2019, l’indagine nell’anno 2020 si concentrerà sulle professioni artistiche e creative.
Mantenendo quale obiettivo di analisi principale il panorama under 35, lo sguardo si amplierà per mettere in relazione la fase iniziale delle carriere con gli stadi successivi che, insieme, costituiscono un percorso lavorativo e professionale completo. Per rilevarne elementi caratterizzanti, occasioni, criticità, prospettive.
Il questionario è compilabile online qui fino al 15 maggio (proroga)
Info:
Giovani Artisti Italiani www.giovaniartisti.it/indagine-sulle-carriere-artistiche-emergenti-e-la-produzione-culturale-indipendente-italia