News dal mondo creativo

gennaio 2020

Comune di Genova: aperto il bando di selezione per la partecipazione delle scuole genovesi a Tegras Rassegna di Teatro Educazione 2020
Deadline 22 marzo 2020
Il Comune di Genova - Direzione Marketing Territoriale e Promozione della Città con l'A.T.S. "TEGRAS Teatri in Rete" composta dalla Compagnia Teatro Akropolis, il Teatro dell’Ortica Associazione Promozionale Sociale ONLUS, l’Associazione culturale La Chascona, la Compagnia Officine Papage e l' Ente Autonomo Teatro Stabile di Genova - Teatro Nazionale organizza annualmente la Rassegna TEGRAS teatro-educazione dedicata alle scuole di ogni ordine e grado e pertanto promuove la Quindicesima Edizione che verrà ospitata nella Sala Teatro Duse dal 25 al 29 maggio 2020.
 
Gli obiettivi della Rassegna sono l’ampliamento della visibilità del lavoro teatrale svolto all’interno delle scuole, il miglioramento della qualità degli spettacoli attraverso la formazione degli insegnanti, il confronto di esperienze, l’analisi delle rappresentazioni nonché la formazione del pubblico giovanile alla visione delle opere teatrali, aiutando a sviluppare il senso critico e un personale gusto teatrale.
 
Le classi selezionate per i loro spettacoli avranno la possibilità di essere seguite durante il percorso, dagli operatori di Tegras attraverso il monitoraggio e il sostegno al progetto (3 incontri durante il laboratorio).
 
Durante i giorni della rassegna i partecipanti di ciascuna sessione oltre a presentare lo spettacolo parteciperanno ad un incontro di approfondimento sul loro lavoro e ad un successivo laboratorio, insieme con un altro gruppo, di confronto/approfondimento sui temi del Teatro Educazione.
 
I criteri di selezione, rispondenti allo spirito di Tegras condiviso in questi anni, non sono legati alla ricerca del più “bravo” ma ad un articolato e trasparente sistema che vede il suo centro nel progetto presentato e che prende in considerazione gli aspetti motivazionali, le caratteristiche e gli elementi che lo integrano al percorso educativo, l'esperienza del gruppo (valutando con particolare attenzione le prime partecipazioni o prime richieste), la forza dell'idea che viene proposta, il tipo di linguaggio teatrale utilizzato, la sua coerenza con gli obiettivi pedagogici di crescita e sviluppo del gruppo, la capacità e volontà di essere innovativo e sorprendente.
 
Visto l’alto valore inclusivo, l’unicità e la storicità del progetto, anche quest’anno TEGRAS organizzerà la sessione speciale “TEGRAS OFF”, che si svolgerà presso il Teatro Von Pauer, struttura annessa all’Opera Don Orione, che coinvolgerà, in ordine di graduatoria, il primo tra i progetti non selezionati.
 
A tale scopo il Comune di Genova seleziona attraverso un bando un numero massimo di ventidue spettacoli che abbiano sviluppato un progetto educativo mediante un percorso didattico svolto all’interno delle scuole con ragazzi, docenti ed operatori teatrali.
 
Possono partecipare tutte le Scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado con sede nel Comune di Genova. Tutti i candidati dovranno compilare la domanda di partecipazione che dovrà essere spedita in formato elettronico all’indirizzo mail tegras@comunegenova.it entro e non oltre le ore 12:00 del 22 MARZO 2020 unitamente a tutta la documentazione a corredo.
 
Al termine dei lavori di Commissione, sui siti internet www.comune.genova.it/ e www.genovacreativa.it, saranno pubblicati i nominativi degli spettacoli selezionati indicativamente dal 1 aprile 2020.
 
 
Per informazioni: Cristina Lavanna, Comune di Genova - Direzione Marketing Territoriale, Promozione della Città, Ufficio Cultura e Città - Piazza Matteotti 9 - 16123 Genova
Tel. 0105573977 fax 0105573970 – clavanna@comune.genova.it - tegras@comune.genova.it
 
 
Bauhaus Reloaded: esposizione, festa e tavola rotonda
Giovedì 23 gennaio 2020 Palazzo Senarega. L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza

In conclusione al centenario della fondazione del Bauhaus, l’Accademia Ligustica di Belle Arti e il Conservatorio Niccolò Paganini, con il patrocinio del Goethe-Institut Genua, promuovono Bauhaus Reloaded, esposizione, festa e tavola rotonda giovedì 23 gennaio che vede e installazioni audiovisive all’interno di Palazzo Senarega, sede in cui sono riunite le due istituzioni nel nuovo Politecnico delle Arti (Accademia Ligustica + Conservatorio Niccolò Paganini) 

Tema portante dell’intera giornata sarà uno dei princìpi fondamentali della scuola del Bauhaus di Johannes Itten: “Il gioco diventa festa, la festa diventa lavoro, il lavoro ridiventa gioco”.

Interverranno docenti provenienti da diversi atenei italiani, per una riflessione sulla poetica e sull’eredità della scuola di Weimar, secondo una prospettiva di riattualizzazione, rinnovamento e riappropriazione del messaggio bauhausiano.

L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza.

PROGRAMMA

♦ 14.00 apertura della festa
visita libera di Palazzo Senarega, con lavori e installazioni degli studenti del Politecnico delle Arti

♦ 14.30-16.00 Declinazioni del Bauhaus - interventi introduttivi:
Tiziana Canfori – Docente di Accompagnamento Pianistico / Conservatorio Niccolò Paganini, Genova

Quale musica per il Bauhaus? Sabrina Marzagalli - Docente di Anatomia Artistica / Accademia Ligustica di Belle Arti, Genova
Pietro Millefiore – Docente di Pittura e di Rappresentazione Architettonica dello Spazio Scenico / Accademia Ligustica di Belle Arti, Genova
Il Corpo Astratto. Danza e Spazio nel Bauhaus
Sandro Ricaldone – Curatore, critico e storico dell’Arte
La forma precede la funzione? Il Bauhaus Immaginista vs il Design Industriale

♦ 17.00 apertura della tavola rotonda Il Bauhaus e la sua eredità con i relatori:
Flaminio Gualdoni - Docente di Storia dell’Arte / Accademia di Belle Arti di Brera, Milano
L’artista è un artigiano innalzato?
Marco Biraghi - Docente di Storia dell’Architettura Contemporanea / Politecnico di Milano
Il Bauhaus virtuale
Rocco Antonucci - Docente e Ricercatore di Semiotica / IULM, Milano - Docente della Scuola di Dottorato in

Scienze del Design / Università IUAV, Venezia
La filosofia del Bauhaus
moderatore Alessandra Gagliano Candela - Vice direttore, Docente di Storia dell'Arte / Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova

♦ 19.00 conclusione e ringraziamenti

 

Design Week Genova, l'edizione 2020 in programma dal 7 all’11 maggio
Il verde, che sarà il tema di quest'anno, invaderà piazza dei Giustiniani e dintorni

Dopo il successo dello scorso anno con 10mila visitatori, torna la Design Week Genova in programma dal 7 all’11 maggio 2020, la manifestazione, organizzata dal DiDe-Distretto del Design Genova, con il sostegno di Comune di Genova, Camera di Commercio, Regione Liguria, Confcommercio Genova e Municipio 1 Centro-Est che porta l’avanguardia delle maison nazionali e internazionali nel Centro Storico. 

Tre le novità. Innanzitutto il progetto “La città che foglia e fiora” nato allo scopo di dare nuova vita ai palazzi e ai vicoli del percorso espositivo con installazioni di verde diffuso a cui stanno lavorando cinque architetti insieme a residenti e commercianti per dare alla zona intorno a Piazza dei Giustiniani (il territorio del distretto) un nuovo aspetto che duri nel tempo e non solo la settimana della manifestazione, in un progetto più ampio di decoro urbano.

La seconda novità è la nascita di un Comitato Scientifico. Per la Design Week Genova l’obiettivo è attrarre creatività allargando i propri confini con nuove idee. A questo scopo il DiDe-Distretto del Design Genova ha reso necessario il coinvolgimento diretto di enti che unissero le competenze tecniche alla conoscenza dei materiali e dei processi produttivi: Comune di Genova, Confcommercio Genova, Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la città Metropolitana di Genova; Università degli Studi di Genova DAD-Dipartimento Architettura e Design; Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Genova; Fondazione Ordine degli Architetti-PPC di Genova; ADI-associazione per il Disegno Industriale; Associazione Italiana Architettura del Paesaggio.

La terza novità è che lo spazio per l’esposizione aumenterà e inoltre sarà allargata la possibilità di partecipazione: alla call dedicata ai designer e alle aziende del settore, già lanciata nei mesi scorsi, si affiancano la sezione “Design week award" che premierà le creazioni di designer provenienti da ogni parte del mondo inviate all’indirizzo dide.genova@gmail.com sotto forma di progetto, e una sezione dedicata agli allestimenti nelle piazze che ospiteranno eventi d’intrattenimento.

La design Week Genova rappresenta una bella operazione di recupero di una zona di centro storico attraverso il design e l'arte contemporanea che negli ultimi anni stanno ottenendo grande attenzione a livello internazionale come si vede dalle quotazioni delle aste.

 

Al via l'edizione 2020 di Arte Fiera di Bologna
Dal 24 al 26 gennaio 2020 nel quartiere fieristico

Si avvicina la 44a edizione di Arte Fiera in programma dal 24 al 26 gennaio 2020 nel Quartiere fieristico di Bologna. L’edizione 2020 di Arte Fiera – la seconda diretta da Simone Menegoi, affiancato da Gloria Bartoli come vicedirettrice – si presenta ricca di novità. Coinvolgerà 155 gallerie tra italiane e straniere: 108 nella Main Section 47 nelle tre sezioni curate e su invito, Fotografia e immagini in movimento (20  gallerie) a cui si aggiungono per la prima volta Focus (8 gallerie) e Pittura XXI (19 gallerie), per un totale di 345 artisti presentati in fiera.

Oltre all’ormai storica e consolidata Main Section e a Fotografia e immagini in movimento che, per il secondo anno consecutivo, viene affidata alla curatela del collettivo Fantom, saranno due le sezioni inedite della 44ma edizione: si tratta di Pittura XXI – insolito spaccato tematico per le fiere d’arte italiane e internazionali, vero fiore all’occhiello di Arte Fiera 2020 – e Focus, affidate rispettivamente alla curatela di Davide Ferri e Laura Cherubini.

L’obiettivo di Pittura XXI sarà quello di offrire un panorama ad ampio raggio sulla pittura contemporanea, coinvolgendo gallerie che si occupano di artisti emergenti e mid-career; protagoniste di Focus – la cui direzione sarà affidata ogni anno ad un curatore diverso – saranno invece l’arte della prima metà del XX secolo e i Post-war Masters.

Rimane invariata l’impostazione definita per la canonica Main Section: le gallerie presenteranno fino ad un massimo di sei artisti per stand e saranno numerosi i progetti monografici; unica novità saranno i progetti curatoriali dedicati a gruppi di artisti o a movimenti artistici, categoria per la quale non è stato fissato un numero limite.

Come sempre, grande spazio sarà dedicato all’editoria e alle riviste d’arte, per cui sarà possibile fare un giro tra gli stand di Artribune, FlashArt, ArtForum International e molti altri ancora; presenzieranno in fiera anche le Istituzioni pubbliche, come per esempio l’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna, e fondazioni private come Fondazione Golinelli e Fondazione Zucchelli.

Maggiori informazioni: www.artefiera.it

Call per la partecipazione ai seminari del Premio Ghost 2019
Deadline per le iscrizioni: 17 gennaio 2020

Sono aperte le iscrizioni alla serie di seminari che sarà tenuta dai vincitori del Premio GHOST 2019 presso la sede di Officine Fotografiche Roma (via Giuseppe Libetta, 1 – 00154 Roma) i giorni sabato 8 e domenica 9 febbraio 2020.

La serie di seminari è rivolta a giovani under 35 (ovvero che non compiano 36 anni prima dell’8 febbraio 2020) tra fotografi, post-produttori e studiosi della materia per illustrare le modalità operative dei vincitori del Premio GHOST 2019, in relazione ai lavori presentati in concorso e allo specifico rapporto fotografo-postproduttore.

I seminari saranno anticipati, venerdì 7 febbraio alle 18, da un talk di presentazione del progetto da parte dei promotori del Premio e dei quattro vincitori.

Il Premio GHOST e tutte le attività correlate sono parte del Bando GHOST promosso dal MiBACT – Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana (già Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane) in collaborazione con l’Associazione Officine Fotografiche Roma.

Il programma prevede quattro seminari, che si terranno sabato 8 e domenica 9 febbraio con orario 10:30-13:30 e 15:00-18:00

Alessandro Zoboli Dal pixel al muro – La post produzione come parte di un processo

Hugo Weber L’uso del fotoritocco come strumento creativo

Martina Romano Color mood

Paolo Lecca Il trattamento digitale della pellicola, le sue infinite possibilità di esistere

Come partecipare:

I seminari sono ad accesso gratuito ma su selezione, limitati a un gruppo di 20 persone. Si può partecipare alla sessione di seminari compilando l’apposito form (scaricabile in basso) ed inviandolo, in un unico file .zip insieme ai suoi allegati, all’indirizzo della Segreteria ghost2019@officinefotografiche.org entro e non oltre le ore 12.00 del 17 gennaio 2020, specificando nell’oggetto CALL SEMINARI GHOST 2019.  Entro il 20 gennaio 2020 saranno effettuate le selezioni, a cura di Officine Fotografiche Roma e sulla base dei profili inviati insieme al form, e sarà data comunicazione dei risultati via mail dalla Segreteria. L’elenco dei partecipanti sarà anche pubblicato sui canali web e social di Officine Fotografiche Roma e del MiBACT – Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana. Ai partecipanti sarà rilasciato a fine sessione un attestato di partecipazione. 

Domanda di partecipazione
Maggiori informazioni: roma.officinefotografiche.org

 

Photo Contest gratuito con tema Il Viaggio: in palio un corso base di Fotografia tenuto a Genova
Deadline 9 febbraio 2020
The Travel Photographers, in collaborazione con Paolo Frega, organizza un Contest Fotografico gratuito avente come tema il viaggio, aperto a tutti gli appassionati di fotografia. Il premio è un corso di fotografia tenuto da Paolo Frega, fotografo professionista da oltre 35 anni, docente di Storia della Fotografia e di programmi di Fotoritocco all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova e presso International School of Comicsnonchè Adobe Certified Expert & Instructor per Photoshop.

Per partecipare, occorre caricare la propria foto su questo link, votarla e farla votare dai propri amici sui social. L’autore della foto che otterrà più like, risulterà vincitore del premio. Il concorso scade domenica 9 febbraio 2020. Il corso inizierà venerdì 14 febbraio 2020.

Qui il Regolamento

Per maggiori info: paolofrega.com/photo-contest/

 
CreArt open call per partecipare alla Dual Exhibition a Rouen, Francia, "Dual mural"
DEADLINE 27 GENNAIO 2020

Per l'edizione 2020 della Dual Exhibition, la città di Rouen (Francia) ha organizzato un progetto in collaborazione con il festival di arte urbana Rouen Impressionnée (la 4^ ed. in programma dal 1 al 15 giugno 2020) e a questo scopo la città di Rouen e Olivier Landes, curatrice del festival, invitano uno street artist della rete “CreArt – Rete di città per la creazione artistica (nato o residente a Valladolid - Spagna; Genova* e Lecce - Italia; Clermont - Ferrand / Francia; Zagabria - Croazia; Kaunas –Lituania; Lublino e Katowice – Polonia; Aveiro - Portogallo; Skopje - Macedonia del Nord) a realizzare un murale con uno street artist di Rouen.

Per quanto riguarda Genova, possono candidarsi gli artisti che qui vivono, studiano o lavorano.

Rouen Impressionnée è un'eccezionale mostra di arte di strada in città, completamente gratuita e all'aperto, che mostra murales di artisti locali, nazionali e internazionali, invitati a interagire con l'ambiente urbano e sociale (Ulteriori informazioni: rouenimpressionnee.fr/). L'area di lavoro per gli street artist in questa edizione della Dual Exhibition è nella zona suburbana semi-abbandonata di Les Contremoulins.

Il costo del trasporto dell'artista selezionato per questa doppia esposizione, le spese di soggiorno e il dipinto per la produzione del murale, sono a carico della città di Rouen. L'artista riceverà anche 1 500 € per le spese di presentazione.

Le domande dovranno pervenire entro il 27 gennaio 2020.

Il bando completo, il modulo di domanda e gli allegati sono disponibili al link: creart2-eu.org/open-calls/creart-dual-exhibition-in-rouen-2019-dual-mural-within-rouen-impressionnee

Per chiarimenti è possibile scrivere a:  creart@fmcva.org o adele.hermier@rouen.fr

__________________________________________________________________________________________

Gli artisti di Genova sono invitati a comunicare la propria eventuale candidatura a:
Cristina Lavanna 
Comune di Genova
Direzione Marketing Territoriale, Promozione della città e Attività Culturali 
Ufficio Cultura e Città
Palazzo Ducale - p.zza Matteotti, 9 - 16123 Genova
3° piano ascensore Cortile Maggiore
E-mail: clavanna@comune.genova.it

 

 

Torna Genova Hip Hop Festival la manifestazione interamente dedicata al mondo e alla cultura hip hop
Da venerdì 10 a domenica 12 gennaio 2020
 
Dopo la prima edizione nel 2018 e la seconda, in versione estiva, nell’agosto del 2019, il Genova Hip Hop Festival torna per la terza edizione con una struttura completamente rinnovata, che non comprende soltanto la musica ma si apre all’intera sfera della cultura hip hop, con eventi dedicati alla danza e all’arte. Oltre alla serata dedicata ai concerti, prevista per venerdì 10 gennaio con il live di Jamil al Crazy Bull Cafè, sabato 11 gennaio è in programma una giornata dedicata alla street art e all’arte urbana, con l’inaugurazione del murales firmato dall’artista Chekos’Art su un nuovo pilone della sopraelevata genovese, mentre domenica 12 gennaio alla Sala Chiamata del Porto si terrà una battle di breakdance con in palio un premio da mille euro.
 
Tema conduttore della terza edizione del Genova Hip Hop Festival è il rapporto tra tradizione e innovazione, due concetti apparentemente contrapposti che, se combinati, danno vita a nuove forme d’arte e a nuovi scenari. 
 
Oltre alle tre giornate, durante il festival è prevista una serie di attività collaterali, in collaborazione con Helpcode, come workshop di scrittura creativa per bambini e dibattiti sulla scena hip hop nazionale c
 
Genova Hip Hop Festival è un evento ideato e realizzato dall'associazione Blazup Studio composta da giovani under 30, vincitrice del bando "Genova città dei Festival" promosso dall'assessorato alla cultura del Comune di Genova. 
 
Maggiori informazioni: genovahiphopfestival.it/
 
Al via Italian Council il bando internazionale del Mibact a supporto della creatività contemporanea italiana
Deadline 2 marzo 2020
 
La Direzione Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana del MiBACT lancia l’8^ edizione del bando Italian Council con un budget di 1.300.000 euro con cui potranno essere finanziati progetti che prevedano l’incremento delle collezioni pubbliche e lo sviluppo di talenti e la promozione internazionale di artisti, curatori e critici.
 
Italian Council è il bando internazionale promosso dalla DGCR a supporto della creatività contemporanea italiana, fortemente impegnato sul fronte della promozione dell’arte italiana all’estero.
 
Italian Council opera su due ambiti di intervento:
 
1) Incremento delle collezioni dei Musei pubblici italiani mediante l’acquisizione o la produzione di opere di artisti italiani, anche in occasione di residenze e mostre.

2) Incentivo allo sviluppo di talenti e la promozione internazionale di artisti, curatori e critici italiani attraverso il finanziamento di progetti che riguardino la partecipazione di artisti a manifestazioni internazionali; progetti che prevedano residenze all’estero per artisti, curatori e critici; progetti finalizzati alla realizzazione di mostre monografiche presso istituzioni culturali straniere; progetti editoriali dedicati all’arte contemporanea italiana.

Potranno presentare domanda di partecipazione a Italian Council: artisti, curatori, critici, purché supportati da istituzioni straniere esclusivamente per quanto riguarda le residenze di ricerca; musei, enti pubblici e privati; istituti universitari, fondazioni, associazioni culturali, comitati formalmente costituiti, purché tutti senza scopo di lucroIl finanziamento richiesto non potrà superare l’80% dell’importo totale, con un tetto massimo che varia in base alla tipologia del progetto presentato.
 
Per partecipare al bando è necessario registrarsi su http://www.aap.beniculturali.it/italiancouncil/ e caricare la domanda redatta sul modello allegato al bando entro il 2 marzo 2020.
 
 
 

dicembre 2019

Festival della Scienza: apre il bando per inviare proposte per l’edizione 2020
Deadline 10 febbraio 2020
È aperto sul sito www.festivalscienza.it il bando per inviare proposte di mostre, laboratori, spettacoli, conferenze ed eventi speciali per la diciottesima edizione del Festival della Scienza, che si svolgerà a Genova dal 22 ottobre al 1 novembre 2020.
 
Attraverso la call for proposal vengono raccolti ogni anno centinaia di progetti che possono contribuire a comporre il programma della manifestazione. La call, che quest’anno è stata completamente rinnovata ed è disponibile sia in italiano sia in inglese, è aperta a tutti: enti pubblici e privati e persone fisiche. Il Festival incoraggia enti di ricerca, università, scienziati, ricercatori, associazioni di divulgazione scientifica, appassionati di scienza, editori e chiunque ritenga di avere un progetto di qualità da proporre a presentare proposte, che verranno attentamente valutate dal Consiglio Scientifico del Festival. Il bando scadrà il 10 febbraio 2020. 
 
Per ulteriori informazioni e per partecipare al bando: www.festivalscienza.it o direttamente call.festivalscienza.it
 
La parola chiave del Festival 2020 sarà Onde. Viviamo in un universo di onde. Onde elettromagnetiche, onde d’urto, onde gravitazionali, onde sonore, onde cerebrali. Le onde ci permettono di studiare il pianeta, il sole, l’universo, ma anche il clima, la vita in tutte le sue forme. Le usiamo per curarci o per ascoltare Mozart. Le onde scuotono le nostre vite nei terremoti, ci permettono di vedere visibile e invisibile, di percepire suoni, colori, emozioni. Ci conducono nel regno della meccanica quantistica, dall’infinitamente piccolo alla gravitazione universale. Le onde sono energia, in infinite forme e manifestazioni.
 
Paese ospite del Festival sarà il Regno Unito, patria di scienziati che hanno elaborato teorie e raggiunto traguardi fondamentali nella storia della conoscenza in tutte le discipline, dalla chimica alla matematica, dall’astronomia alle scienze naturali. Isaac Newton, Stephen Hawking, Charles Darwin, Peter Higgs, senza questi e molti altri scienziati britannici gran parte del teorie scientifiche moderne non esisterebbe. Il Regno Unito vanta una cultura scientifica pluricentenaria ed è connesso all’Italia della scienza da una rete virtuosa di relazioni e progetti condivisi, che il Festival si propone di far conoscere.