News dal mondo creativo

settembre 2017

IMPARARTE 2017- 2018 Workshop di presentazione
25 settembre, ore 15.00 - 18.00 Palazzo Ducale, Sale del Maggiore e del Minor Consiglio

Un pomeriggio dedicato alle attività educative e ai progetti ideati per l’anno scolastico 2017-2018 e già raccolti nel volume Impararte. I Servizi Educativi e Culturali di Palazzo Ducale e le maggiori istituzioni culturali cittadine sono a disposizione per dialogare e spiegare personalmente le nuove proposte.
L’evento è organizzato in forma di workshop e offre  l’occasione di vedere riuniti in un’unica manifestazione musei, teatri, biblioteche, archivi, istituti di ricerca - in tutto oltre 60 istituzioni - e interloquire con i diretti interessati sull’intero complesso dell’offerta formativa messa a disposizione del mondo della scuola da parte della città.  
L’iniziativa si rivolge non solo a insegnanti ed educatori, ma può rappresentare un’opportunità di incontro per tutti coloro che si muovono nel contesto della cultura per i giovani e dell’educazione - atelieristi, musicisti, giovani creativi…

Info:
www.palazzoducale.genova.it/impararte-2017-2018

 

III edizione di M.U.R.A Movimento Artisti Rete Urbana: 23 e 24 settembre nel Centro Storico di Genova
Spettacoli, concerti, performance, laboratori, incontri e mercatini per vivere, scoprire o reinterpretare lo spazio pubblico attraverso la creatività

Sabato 23 e domenica 24 settembre (con un’anticipazione il 22 settembre) nel Centro Storico di Genova, all’interno delle sua mura, fra Piazza Sarzano, Campopisano, Piazza della Stampa, San Donato, Piazza delle Erbe va in scena la III edizione di M.U.R.A Movimento Artisti Rete Urbana: “mura” come perimetro di un palcoscenico da abbattere per sperimentare la convivenza, per permettere alle attività e agli elementi sociali che quotidianamente popolano l’area di entrare ancor più in stretta connessione per un progetto comune. Due giorni e mezzo di performance, incontri, laboratori, artigianato, pensati per un pubblico di tutte le età e per creare un ponte vitale tra i tessuti sociali che quotidianamente vivono e operano nel centro storico.

La manifestazione, che nel 2017 è orientata dal tema “Metamorfosi Urbane” è ideata e curata da Ce.Sto e Sarabanda e promossa dal Civ Sarzano- Sant'Agostino, vede il Patrocinio del Comune di Genova, il sostegno di Municipio I Centro Est, Università degli Studi di Genova e Camera di Commercio di Genova, con la partecipazione di Giardini Luzzati – Spazio Comune, Civ Genovino Erbe, Civ Porta Soprana e Civ Antiche Vie, Confesercenti, Conservatorio Niccolò Paganini, Accademia Ligustica di Belle Arti, Museo di Sant’Agostino. Collabora inoltre un’ampia rete locale di associazioni ed enti chiamati ad “abitare il territorio”, che ha reso possibile, fin dalle premesse la realizzazione di uno degli obiettivi per cui nasce M.U.R.A.: lo stimolo ad una dimensione di cittadinanza attiva.
M.U.R.A propone la visione di uno spazio urbano inteso come spazio di comprensione e conoscenza, attraverso le più svariate forme d'arte. La città è intesa come organismo vivente, risultato dinamico e sempre in trasformazione di una molteplicità di azioni e influenze sia interne che esterne alla città stessa. I luoghi infatti si fanno protagonisti raccontando la loro storia e i cambiamenti attraverso le arti visive, performative, sonore.

Per maggiori informazioni: www.muragenova.it

 

Dialoghi sulla rappresentazione con il Teatro Pubblico Ligure
Sabato 16, martedì 19, mercoledì 20 settembre 2017 a Palazzo Tursi

Teatro Pubblico Ligure presenta la decima edizione dei Dialoghi sulla rappresentazione, dedicata quest’anno al tema La città, dalla polis al digitale. La rassegna, ideata da Sergio Maifredi e sostenuta dal Comune di Genova, prevede quattro incontri, in programma sabato 16, martedì 19, mercoledì 20 settembre 2017 a Palazzo Tursi. Si riflettere sulla città e ripercorre la nascita della comunità urbana occidentale, per capire quello che sta diventando. 

Si parte sabato 16, a Palazzo Tursi, alle ore 21, con l’incontro La rappresentazione della città di cui è protagonista l’architetto urbanista Paolo Brescia intervistato dal giornalista Massimo Minella (La Repubblica). Si prosegue martedì 19 settembre con due appuntamenti: alle ore 18.30 il sociologo ed economista Mauro Magatti (Università Cattolica di Milano) risponde alla domanda La città, una Terra per l’uomo nel mare della Tecnica? e in conclusione l’attore Andrea Nicolini legge brani tratta da Le città invisibili di Italo Calvino; alle 21 è in programma Raccontare la città. Cultura e marketing territoriale, in cui l’assessore alla Cultura del Comune di Genova Elisa Serafini è intervistata dal giornalista Claudio Cabona; infine l’attore Andrea Nicolini legge Litanìa di Giorgio Caproni.
Si conclude mercoledì 20 settembre, a Palazzo Tursi alle 21, con La città è uguale per tutti: il giurista, teorico del diritto e storico delle idee Mauro Barberis (Università di Trieste) dialoga su questo tema con l’assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Stefano Garassino, moderati dal giornalista Alessandro Cassinis (Il Secolo XIX); l’attore Andrea Nicolini chiude la serata e la rassegna leggendo brani di Utopia di Thomas More. Ingresso libero e gratuito.

Infowww.teatropubblicoligure.it

 

 

Premio Rete del Dono per la cultura
Iniziativa riservata ad enti e organizzazioni non profit che attivano una campagna di crowdfunding finalizzata a un progetto in ambito artistico e culturale. Deadline 30 settembre 2017

Rete del Dono, piattaforma leader di crowdfunding donation based, punta sulla cultura creando Rete del Dono per la Cultura, una sezione del sito riservata ai progetti culturali con strumenti e contenuti dedicati. La missione è accogliere, promuovere e dare visibilità a tutti i progetti che abbiano come finalità la valorizzazione e diffusione di iniziative culturali.

Nel 2016 in Italia il 22% delle campagne di crowdfunding ha riguardato in modo specifico iniziative culturali. Questo dato dimostra che il mondo della cultura ha bisogno di fondi e strumenti per alimentarla e tenerla viva.
L’approccio progettuale e concreto del crowdfunding è assolutamente sinergico con il settore, dal restauro di un pianoforte o di una statua all’attivazione di un corso di musica per bambini, alla creazione di un nuovo polo culturale all’interno di un museo civico.
Sul sito Rete del Dono per la cultura è disponibile una cassetta degli attrezzi per aiutare le organizzazioni a raccogliere fondi in modo strutturato ed efficace.

Non solo. Per avvicinare le organizzazioni al crowdfunding e permettere loro di sperimentare in presa diretta questo strumento, Rete del Dono lancia il Premio Rete del Dono per la Cultura un’iniziativa riservata ad enti e organizzazioni non profit che attivano sulla piattaforma retedeldono.it una campagna di crowdfunding finalizzata a un progetto in ambito artistico e culturale.
Per i 3 progetti che per primi raggiungeranno l’80% del loro obiettivo nel periodo compreso tra il 1 ottobre e il 31 dicembre 2017, Rete del Dono mette in palio un contributo del 20% dell'obiettivo della campagna di crowdfunding (fino ad un massimo di 5.000 €).
Tutti gli enti interessati possono presentare progetti che abbiano un obiettivo di raccolta fondi compreso tra un minimo di 5.000 € e un massimo di € 25.000€ . Le candidature devono essere presentate entro il 30 settembre 2017.
Dall’accettazione della candidatura l’ente o l’organizzazione non profit deve poi pubblicare il proprio progetto di raccolta fondi sul portale Rete del Dono.
Ulteriori informazioni sono disponibili scrivendo a: Anna Archetti anna.archetti@retedeldono.it
 

 

Quarto Pianeta. Concorso d'Arte contemporanea 2^ edizione
Tutte le opere dei partecipanti saranno esposte negli spazi espositivi e nelle aree verdi del complesso dell’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto dal 29 settembre al 13 ottobre 2017

Concorso  di arte contemporanea QUARTO PIANETA.

Tema del concorso è:  RIGENERIAMOCI - Idee per il futuro: luoghi, incontri, cambiamenti. Il concorso è suddiviso in otto sezioni: 1.  Pittura, 2.  Scultura e Installazione, 3.  Ceramica, 4.  Fotografia, 5.  Arte digitale, 6.  Grafica, 7.  Performance, 8.  Arte Ambientale. Ai vincitori delle singole sezione saranno offerte possibilità espositive a cura dell’IMFI-Museattivo Claudio Costa, la pubblicazione di un piccolo catalogoe premi di rappresentanza. Iscrizione entro il 25 settembre (proroga). Il contributo per la partecipazione è di 20 euro. La partecipazione per gli studenti di ogni ordine e grado è gratuita. Clicca qui per leggere il bando e gli allegati.

Tutte le opere dei partecipanti saranno esposte negli spazi espositivi e nelle aree verdi del complesso dell’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto (via Giovanni Maggio 4) dal 29 settembre al 13 ottobre 2017.

PROGRAMMA

venerdì 29 settembre 2017

ore 18,00 Inaugurazione della mostra di tutte le opere presentate al Concorso Spazio 21 (ex cucine)
ore 19,30 apericena al centro Sociale
ore 21,00 Le Officine teatrali Bianchini presentano "Ma fuori lo sanno che ci sono anche i poeti?" Cortile delle feste

mercoledì 11 ottobre 2017

ore 18,00 Presentazione dell’installazione di Stefano Boccardo “Una casa per viaggiare il mondo”
Performance di danza Cortile delle Feste 

ore 19,30 apericena al Centro Sociale
ore 21,00 Concorso d’Arte Contemporanea Quarto Pianeta

Proclamazione vincitori delle singole sezioni, consegna attestati di partecipazione e presentazione catalogo Spazio 21 (ex cucine)  

Per saperne di più: www.imfi-ge.org; www.facebook.com/Quarto-Pianeta

 

 

 

 

 

 

Bando della Regione Liguria: 1 milione di euro a sostegno delle produzioni audiovisive
Le domande possono essere presentate dall' 11 al 22 settembre 2017

La Regione Liguria ha approvato a luglio scorso il bando "Interventi a sostegno delle produzioni audiovisive" con l'obiettivo di favorire la crescita delle imprese di produzione locali attraverso il sostegno allo sviluppo di progetti e alla produzione audiovisiva e all’attrazione di imprese nazionali e internazionali di produzione cinematografica e audiovisiva.

Si suddivide in 3 sottomisure:
a) Sviluppo: sostegno alle imprese liguri di produzione audiovisiva per avviare un nuovo progetto, individuare partner che co-producano, partecipare a mercati di settore, attrarre finanziamenti, partecipare a programmi ed eventi che aiutino lo sviluppo creativo e finanziario dell'opera.

b) Produzione: sostegno alle imprese liguri di produzione audiovisiva per produrre opere audiovisive (preparazione, lavorazione, post-produzione) sul territorio regionale e destinate alla distribuzione nazionale e internazionale.
c) Attrazione: attrarre imprese di produzione audiovisiva indipendenti, per la produzione di opere audiovisive sul territorio della Liguria.

I progetti ammessi sono: Lungometraggi, Serie TV, Serie Web, Cortometraggi.

Le risorse assegnate al bando sono pari a 1.000.000 di euro, ripartite tra le 3 sottomisure: 200.000 euro per Sviluppo, 300.000 euro per Produzione, 500.000 euro per Attrazione.

Le domande, redatte esclusivamente on line accedendo al sistema Bandi on line dal sito internet filse.it, potranno essere presentate dal 11 settembre 2017 al 22 settembre 2017.

Maggiori informazioni e bando: www.genovacreativa.it/concorsi/interventi-sostegno-delle-produzioni-audiovisive-bando-della-regione-liguria

 

Trattandosi del primo bando di questo genere e anche per soddisfare le richieste di numerosi operatori, GLFC - Genova Liguria Film Commission ha deciso di organizzare, in collaborazione con la Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico (FiLSE) che gestirà il bando, un incontro/seminario per spiegare e chiarire i vari aspetti legati alla redazione della domanda.

L'incontro si svolgerà Venerdì 8 settembre alle ore 9.30 a Villa Bombrini (via Muratori 5, Genova-Cornigliano), presso la sede di GLFC - Genova Liguria Film Commission.

Per motivi organizzativi (legati anche alla capienza della sala) si invitano i partecipanti a inviare una mail di conferma della loro presenza a info@glfc.it

 
 

 

 

INTERVOS: Laboratorio teatrale gratuito al teatro Akropolis
Iscrizioni aperte ai giovani dai 16 ai 30 anni residenti a Genova

Da settembre 2017 parte il laboratorio gratuito INTERVOS, rivolto a giovani di diverse nazionalità dai 16 ai 30 anni residenti a Genova. Il laboratorio prevede un lavoro sui temi del dialogo e della contaminazione fra culture e terminerà con la messa in scena di uno spettacolo.
Il laboratorio, tenuto dagli operatori di Officine Papage e Teatro Akropolis, si svolgerà ogni venerdì dalle 17 alle 19 dal 29 settembre al 10 novembre al Teatro Akropolis, Sestri Ponente. La messa in scena dello spettacolo è prevista per il 15 novembre.
Durante l'attività laboratoriale verranno indagati temi quali il linguaggio verbale e non verbale, la percezione di sé nello spazio, il gioco, il movimento e il corpo, la presenza nel gruppo e l’ascolto degli altri. E' prevista la creazione di una breve performance da presentare al pubblico, nella quale confluiranno i risultati dell'esperienza laboratoriale.

Intervos è organizzato nell'ambito del progetto Intransito, rassegna biennale rivolta ad artisti under 35 organizzata da Comune di Genova in collaborazione con Teatro Akropolis, Officine Papage, Associazione La Chascona, e sostenuta da S.I.A.E attraverso il bando Sillumina – Periferie Urbane.

Info, approfondimenti e adesioni:
www.teatroakropolis.com/intransito/
Tel. 338.9750256 / 329.1639577
info@officinepapage.it
info@teatroakropolis.com

 

Il Comune di Genova aderisce a Wiki Loves Monuments 2017, il grande concorso fotografico legato a Wikipedia per valorizzare il patrimonio culturale
La sesta edizione dell’iniziativa in Italia si si svolgerà dal 1° al 30 settembre 2017

Mercoledì 6 settembre, alle ore 17, presso il salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi sarà presentato il concorso, i premi in palio in questa edizione e le modalità di partecipazione.

Il Comune di Genova ha deciso di valorizzare i beni culturali di sua competenza con l’adesione a Wiki Loves Monuments: il più grande concorso fotografico al mondo, nato con l’obiettivo di tutelare la memoria dei monumenti e renderli accessibili a tutti attraverso Wikipedia e Wikimedia Commons.

Il concorso, promosso da Wikimedia Italia e a livello locale da Open Genova, si svolgerà dal 1° al 30 settembre 2017 e sarà aperto alla partecipazione di tutti i cittadini (fotografi professionisti e dilettanti senza alcuna restrizione di età), che sono chiamati a immortalare e pubblicare con licenza libera scatti che ritraggono i monumenti del nostro Paese.

A partire dalla prima edizione italiana, nel 2012, sono più di 70.000 gli scatti raccolti per Wiki Loves Monuments: le immagini sono riutilizzabili gratuitamente da parte di tutti – istituzioni comprese – per ogni scopo, anche commerciale. Le fotografie vengono inoltre utilizzate per arricchire le oltre 44 milioni di voci in 294 lingue diverse di Wikipedia, la grande enciclopedia libera: questo fa sì che le immagini del patrimonio culturale italiano si possano diffondere in modo virale sul web e che tutto il mondo le possa ammirare.

Oltre a promuovere lo sviluppo di una cultura libera e accessibile a tutti, il concorso ha anche un’importante valenza sociale in un Paese come l’Italia, il cui ricco patrimonio artistico e culturale è ancora scarsamente valorizzato in rete per l’assenza di libertà di panorama e i vincoli posti dalla normativa vigente. Nel nostro Paese, infatti, per poter fotografare monumenti e pubblicare gli scatti con licenza libera è necessario chiedere un’autorizzazione a chi ha in consegna o possiede tali beni.

Per rendere possibile il concorso, Wikimedia Italia ogni anno da gennaio a settembre contatta uno ad uno i comuni, le soprintendenze e tutti gli enti italiani che hanno in consegna o possiedono beni e monumenti, chiedendo di rilasciare la propria autorizzazione: un lavoro che richiede tempo, impegno e tenacia e che assume valore grazie al sostegno di enti come il Comune di Genova, che hanno scelto di consentire a cittadini e turisti di fotografare e condividere le immagini dei monumenti.

Al fine di valorizzare ulteriormente tale attività, Wikimedia Italia ha inoltre aperto un dialogo con rappresentanti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Parlamento italiano, con l’obiettivo di superare le limitazioni imposte dalla legge e “liberare” i beni culturali italiani.

In occasione dell’edizione 2017 il Comune di Genova ha deciso di “liberare” dieci monumenti in più rispetto alla precedente edizione. Una grande opportunità per la città, per far conoscere la sua bellezza nel mondo, perché il Codice Urbani (D.lgs 42/2004) sancisce l'impossibilità di fotografare monumenti e diffonderne le immagini senza una precisa autorizzazione da parte degli Enti territoriali che li hanno in consegna.

Altra novità di questa edizione è “Wiki Loves Monuments tutto l’anno”, un’iniziativa tutta genovese lanciata nel marzo scorso da Open Genova con l’associazione Culturale Sintesi: i partecipanti hanno potuto già iniziare a produrre materiale fotografico, da utilizzare per il concorso, durante le Wiki Gite organizzate nel corso dell'anno.

I partecipanti al concorso devono caricare le foto su Wikimedia Commons attraverso il sito www.wikilovesmonuments.it e possono essere state scattate in qualsiasi momento. Non è quindi necessario che si tratti di un’immagine recente: si potrà anche inviare uno scatto del passato. L’importante è che il monumento sia fra quelli in elenco.

Di seguito la lista dei dieci nuovi monumenti che si possono fotografare liberamente:

1.Compendio Immobiliare relativo al Parco Duchessa di Galliera - Vico Nicolò da Corte, 2 (Voltri)
2. Forte Begato -  Via al Forte di Begato
3. Villa Imperiale Cattaneo a Terralba, Via San Fruttuoso, 70
4. Villa Centurione Doria -  Piazza Cristoforo Bonavino 6
5. Villa Rossi Martini -  Piazza Poch 2
6. Villa Gropallo - Via Casotti, 1
7. Villa Serra Saluzzo - Via Capolungo 3
8. Villa Grimaldi Fassi -  Via Capolungo 9
9. Villa Luxoro -  Via Mafalda di Savoia 3
10.Area protetta di interesse locale Parco delle Mura e Planetario - Via Mura delle Chiappe, 44r

Questi tutti i monumenti che hanno partecipato alle precedenti edizioni e che si possono fotografare anche quest’anno:

Cimitero di Staglieno (particolari di statue e tombe di famiglia) - Staglieno Piazzale   Resasco
Commenda di San Giovanni di Pré - Piazza della Commenda
Loggia dei Mercanti - Piazza dei Banchi
Musei di Strada Nuova (Palazzo Rosso, Bianco, Tursi) - via Garibaldi
Museo Risorgimento e Casa natale G. Mazzini - via Lomellini, 11
Palazzo Verde Magazzini dell’Abbondanza - via del Molo
Parco e i Musei di Nervi - via Capolungo 3
Parco e Villa Pallavicini - via Ignazio Pallavicini 5
Porta Soprana - Piano di S. Andrea
Teatro Carlo Felice e Statua di Garibaldi - Passo Eugenio Montale, 4
Torre degli Embriaci - Piazza degli Embriaci
Torre della Lanterna - Rampa della Lanterna
Via del Campo 29r – Emporio museo musicale - via del Campo, 29r
Villa Croce - via J. Ruffini, 3
Villetta Di Negro e Museo Arte Orientale E. Chiossone - Piazzale Mazzini, 4
Castello D’Albertis -  Museo delle Culture del Mondo -  Corso Dogali, 18
Fontana di Piazza De Ferrari - Piazza De Ferrari
Scalinata Giorgio Borghese -  Piazza Tommaseo
Monumento a Vittorio Emanuele II (F. Barzaghi e L.Pagani) - Piazza Corvetto
Monumento a Giuseppe Mazzini (P. Costa) -  Piazzale Mazzini
Monumento ai caduti di San Vincenzo Alto (F. Messina) - Piazza Goffredo Villa   (Castelletto)
Monumento a Cristoforo Colombo di vari autori -  Piazza Acquaverde
Monumento ai Mille (E. Baroni) -  Quarto ai Mille
Monumento al Fante (i Mutilati – E. Baroni) - Corso Aurelio Saffi, 1
Monumento a Raffaele Rubattino (Augusto Rivalta) -  Piazza Caricamento
Monumento al pittore Nicolò Barabino di Augusto Rivalta -  Piazza Nicolò Barabino (Sampierdarena)
Il Tempietto (ex Cappella mortuaria – A Scaniglia) - Via Carlo Rolando
Fontana monumentale (costruita dalla Cooperativa di costruzioni) -  Piazza Luigi Settembrini
Villa Imperiale Scassi “La Bellezza” -  Largo Pietro Gozzano, 3
Villa Spinola di San Pietro - Via Spinola di San Pietro,1
Teatro Gustavo Modena -  Piazza Gustavo Modena, 3
Villa Centurione Monastero - Piazza Monastero, 6

L’edizione 2017 è realizzata grazie al sostegno di Euronics ed Enegan Luce&Gas, in collaborazione con FIAF, ICOM, Toscana Foto Festival, APT Emilia Romagna, Touring Club Italiano, Fondation Grand Paradis e BASE Milano e con il supporto di comunicazione di Archeomatica.

Per tutte le informazioni su come aderire al concorso e come partecipare CLICCA QUI

 

Manifestazione di interesse da parte di organizzazioni private no profit per la valorizzazione del Cimitero Monumentale di Staglieno
Termine per la presentazione delle domande 27 settembre 2017

Il Comune di Genova, con l’intento di valorizzare e far conoscere il patrimonio storico, artistico e architettonico di  Staglieno, ha avviato negli anni diverse collaborazioni con soggetti interessati alla sua cura e manutenzione.
Attualmente la generale situazione di contrazione delle risorse pubbliche, economiche e di personale, rischia di compromettere il mantenimento e la qualità delle attività fino ad ora offerte. Per tale motivo, il Comune di Genova avvia un procedimento ad evidenza pubblica al fine di sostenere l’impegno di Soggetti del Terzo Settore senza finalità di profitto, operanti nell’ambito del territorio genovese, per la realizzazione di un sistema articolato di attività finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale di Staglieno, in un’ottica di sussidiarietà orizzontale.
Finalità del progetto è la creazione di un sistema pubblico/privato che, valorizzando la professionalità e il contributo di realtà del terzo Settore attive in ambito culturale, educativo e di cura dell’ambiente, consenta la piena fruizione del patrimonio artistico-culturale del Cimitero ad una più ampia platea di cittadini, visitatori e studiosi, attraverso molteplici azioni che rispondano ai diversi bisogni culturali.

La Pubblica Amministrazione manterrà il ruolo di regia e indirizzo, anche al fine di ottimizzare le risorse e monitorare i bisogni.
La proposta progettuale intende sviluppare attività con il coinvolgimento di volontari, persone appartenenti alle “fasce deboli”, giovani in difficoltà e persone in cerca di occupazione.
Tali attività potranno consistere in: utilizzo della palazzina del Centro di Restauro Lapideo per incontri con gli artigiani che lavorano alla conservazione del Cimitero Monumentale; organizzazione di tour guidati alle più interessanti sepolture di Staglieno; accoglienza dei visitatori;  organizzazione e comunicazione e promozione di eventi, attività culturali; realizzazione di un centro documentale per la raccolta e la conservazione di foto, video, pubblicazioni, materiale di interesse; attività di piccola manutenzione del verde e di pulizia ordinaria, attività didattiche e formative in partenariato con la scuola e/o in collaborazione con altre strutture (Accademia Ligustica, Museo del Risorgimento, Direzione Cultura, Soprintendenza etc.); attivazione di campagne promozionali; attività di fund-raising.
La manifestazione di interesse dovrà pervenire al Comune di Genova, a pena di esclusione, entro il 27 settembre 2017.

Per maggiori informazioni, per conoscere le modalità di presentazione delle domande e per accedere alla documentazione: bit.ly/2wDUa00

 

 

Europa Creativa Media: bandi aperti nel settore dell’audiovisivo e del cinema
Scadenza 15 settembre 2017

Sono aperti fino al 15 settembre i bandi pubblicati nell'ambito del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa:

1) Sottotitolaggio di contenuti televisivi culturali europei in tutta Europa”;
2) “Crowdsourcing per la realizzazione di sottotitoli per aumentare la circolazione delle opere europee”.

Con il primo bando la Commissione Europea intende sostenere strategie innovative per la fornitura di versioni sottotitolate di programmi culturali europei, al fine di faciltare la diffusione transanzionale on-line di contenuti culturali. I risultati attesi di questo progetto sono di aumentare la disponibilità e il pubblico transnazionale di programmi culturali europei attraverso la fornitura on-line di minimo 300 ore di contenuti all’interno di determinati territori dell’Unione Europea; fornire un'analisi sull'impatto della fornitura on-line di contenuti non-nazionali sottotitolati.

L’obiettivo del secondo bando è quello di aumentare la disponibilità, lo sfruttamento e la circolazione delle opere europee. In particolare, l'azione ha un duplice scopo: a) Trovare soluzioni innovative per la traduzione di film (ad esempio crowdsourcing, traduzione automatica, etc.). Tali soluzioni / processi / modelli innovativi dovrebbero essere applicati ad un catalogo selezionato di opere europee, le quali poi saranno messe a disposizione dei servizi VOD; b) Abilitare la tracciabilità delle versioni linguistiche e consentire ai service provider (ad esempio servizi VOD, servizi di catch-up TV o sale cinematografiche) di individuare facilmente la versione linguistica di cui hanno bisogno.

Per maggiori informazioni e per accedere alla documentazione dei bandi: www.europacreativa-media.it/europa-creativa