News dal mondo creativo

gennaio 2019

Aperta la call "Food Interactions Catalogue" promossa dal Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova
Deadline 25 gennaio 2019
Il Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova insieme alla Leibniz Universität di Hannover e lo IAAC di Barcellona promuovono la open call “Food Interactions Catalogue” all’interno del progetto Creative Food Cycle, finanziato dal Programma Europeo Creative dell’Unione Europea.
 
Il tema della call sono le interazioni del cibo nel suo intero ciclo di vita: progetti, sperimentazioni e processi su nuove tecnologie di produzione del cibo (produzione/distribuzione); nuove espressioni dell’economia della condivisione (distribuzione/consumo); nuovi servizi, prodotti e packaging derivanti dal riciclo degli scarti di cibo (consumo/scarto/packaging).
 
Premi:
Le proposte pervenute saranno giudicate da una commissione scientifica e le prime tre classificate saranno invitate a presentare l’idea al Food Cycles Symposium nel settembre 2020 ad Hannover (con un rimborso spese di viaggio di 300 euro).
 
Saranno, inoltre, selezionate 17 buone pratiche che verranno raccolte nel catalogo Food Interactions pubblicato online (con ISBN) in modalità open access.
 
Date importanti:
Scadenza call: 25 gennaio 2019
Decisione giuria: 31 gennaio 2019
Annuncio dei risultati: 7 febbraio 2019
Conferma della presenza al Food Cycles Symposium nel settembre 2020 ad Hannover: gennaio 2020
 
 
Per maggiori informazioni:
 
L' Archivio d'Arte Contemporanea dell'Università di Genova indice una call per arricchire la sua collezione
La call permanente è rivolta a tutti gli artisti italiani e non attivi nel settore video e multimediale
L'Archivio d'Arte Contemporanea – AdAC dell'Università di Genova - Scuola di Scienze Umanistiche possiede una collezione, in costante espansione, che comprende testi, manoscritti, materiale fotografico e video in forma analogica e digitale. Il materiale che compone la sezione multimediale è suddiviso in due nuclei principali: il primo raccoglie e conserva, in versione digitale, tutti i materiali dell’Archivio Video storico della Galleria Leonardi V-Idea; il secondo, in costante incremento, è il vero e proprio archivio video dell’AdAC e annovera titoli di artisti quali Pipilotti Rist, Nam June Paik, Bill Viola, Cesare Viel.
 
Al fine di arricchire e aggiornare l' archivio video l’AdAC indice CALL_FOR_VIDEOS, call permanente rivolta a tutti gli artisti italiani e internazionali attivi nel settore. 
 
I video ricevuti saranno esaminati dal comitato scientifico e, quelli selezionati, saranno archiviati e divisi nelle seguenti tipologie:
 
-Opere di videoarte
-Video per installazioni
-Video documentazione di performance o altre azioni artistiche
-Cortometraggi sperimentali
(questi ultimi non dovranno superare la durata massima di 15’).
 
Il materiale video sarà utilizzato per scopi didattici e di ricerca e/o per mostre o rassegne video, previa autorizzazione da parte dell’autore, e non verrà mai utilizzato per fini commerciali o a scopo di lucro.
 
Invio del materiale:
a corredo del materiale video ogni autore dovrà allegare il proprio curriculum vitae completo e, possibilmente, il proprio portfolio o il link al proprio sito web. Il materiale potrà essere inviato via WeTrasfer (o tramite altri altri link) all’indirizzo mail adac@unige.it con oggetto Video per Call permanente, o via posta tradizionale su supporto digitale alla Cortese Attenzione della Prof.ssa Paola Valenti al seguente indirizzo:
 
Università degli Studi di Genova
Scuola di Scienze Umanistiche 
AdAC Via Balbi 4, 16126 Genova
 
I video dovranno essere accompagnati dal modulo di autorizzazione (versione eng) compilato e firmato dall'autore.
Qui la call  (versione eng)
 
lnfo: adac@unige.it / +39 010 209 5978 - eleonorachiesa@gmail.com
 
Festival della Scienza: Call for proposals 2019
Il Festival della Scienza raccoglie tramite call proposte di eventi per la prossima edizione. Deadline 8 febbraio 2019
La diciassettesima edizione delFestival della Scienza si terrà a Genova dal 24 ottobre al 4 novembre 2019 e avrà come parola chiave Elementi e il paese ospite i Paesi Bassi.

Come ogni anno, il Festival della Scienza raccoglie tramite call proposte di eventi (mostre, laboratori, conferenze, eventi speciali, spettacoli) che potranno andare a comporre il programma definitivo della manifestazione.
I progetti da voi proposti permetteranno di esplorare con rigore scientifico e creatività l’importante parola chiave e le sue infinite e possibili declinazioni. 

Per partecipare al bando è necessario registrarsi all'indirizzo: http://call.festivalscienza.it

Il termine per l'invio delle proposte è l'8 febbraio 2019.

 
Bando per le Performing Arts 2018- 2020
L’edizione 2019 è rivolta ai progetti selezionati nel 2018. Deadline 15 febbraio 2019

Nell’ambito della triennalità 2018-2020 del Bando per le Performing Arts, la Compagnia di San Paolo invita tutti i soggetti che sono stati selezionati con il Bando 2018 a presentare l’edizione 2019 del progetto sostenuto, mediante partecipazione al Bando 2019.

L’edizione 2019 viene infatti rivolta esclusivamente ai progetti selezionati nel 2018, in coerenza con il processo triennale di sostegno e sviluppo avviato per il periodo 2018-2020.

L’obiettivo finale del percorso triennale è quello di implementare e rafforzare la comunità permanente di soggetti non profit che operano professionalmente nell’ambito delle arti performative, dando forza a un sistema cui si riconosce un ruolo generativo nei processi di sviluppo culturale, sociale ed economico.

A tal fine, i soggetti sostenuti, siano essi capofila o partner delle iniziative selezionate, saranno chiamati a proseguire la partecipazione a Performing+,  progetto triennale lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, mirante a rafforzare le competenze dei soggetti non profit attivi nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

La scadenza per la presentazione delle domande di contributo è: venerdì 15 febbraio 2018, entro la mezzanotte.

Entro tale data, le richieste dovranno essere chiuse e trasmesse alla Compagnia di San Paolo attraverso la procedura ROL Richieste on Line, scegliendo il percorso “Bando per le Performing Arts 2019”.
L’esito del bando verrà comunicato entro il 31 maggio 2019.

Il testo del bando e i format dei moduli, da allegare alla richiesta in caso di partenariato e in caso di progetti liguri, sono scaricabili al link: www.compagniadisanpaolo.it/ita/Bandi-e-scadenze/Bando-per-le-Performing-Arts-2018-2020

 

Bando del Comune di Genova per assegnare locali del centro storico a iniziale canone gratuito
Il bando sarà aperto dal 1° febbraio al 1° aprile 2019

Bando del Comune di Genova per l'assegnazione di locali di civica proprietà situati nel Centro Storico e zone limitrofe, con concessione agevolata tramite iniziale canone gratuito (per un periodo da 12 a 18 mesi a seconda del locale prescelto), per lo sviluppo di progetti economici e imprenditoriali di micro e piccole imprese.
 
Questa iniziativa mira a riqualificare alcune aree del Centro Storico ed evitarne lo spopolamento attraverso opportunità di rilancio del commercio genovese e, al contempo, di recupero del patrimonio immobiliare del Comune di Genova. La logica è quella di favorire attività commerciali e artigianali di qualità e fortemente legate al territorio per rilanciare le tradizioni locali e la vocazione turistica della città.

Il bando è aperto dal giorno 1° febbraio e chiuderà alle ore 12 del giorno 1° aprile 2019. La scadenza del bando può essere prorogata.
 
La documentazione potrà essere consegnata:
  •  a mano o spedita con raccomandata A/R, all’Archivio Generale del Comune di Genova, piazza Dante 10 - 1° piano – 16121 GENOVA
  •  alla casella PEC comunegenova@postemailcertificata.it
E' obbligatorio il sopralluogo dei locali da parte degli interessati secondo un calendario che sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Genova.
 
Il Bando, l’elenco degli immobili, i moduli di domanda e i relativi modelli sono disponibili sul sito internet istituzionale www.comune.genova.it  oppure ritirabili presso la Direzione Sviluppo del Commercio - Via di Francia 1, Matitone 12° piano, negli orari di apertura al pubblico (lunedì 9-12; mercoledì 9-12 e 14.30-16).
 
106 i progetti speciali per il 2018 approvati su iniziativa esclusiva del Ministro per i Beni culturali
I progetti riceveranno un contributo totale di 2.695.000 euro e riguarderanno gli ambiti musica, teatro, danza e circo e spettacolo viaggiante
Il Ministro per i Beni culturali ha approvato 106 progetti speciali nell'ambito dello spettacolo dal vivo che riceveranno un contributo totale di 2.695.000 euro e riguarderanno i settori musica, teatro, danza e circo e spettacolo viaggiante.

Il decreto ministeriale del 27 luglio 2017 aveva fissato i criteri di erogazione dei contributi a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo. All’articolo 44 dello stesso, in particolare, si prevede che il Ministro, su sua esclusiva iniziativa e sentite le commissioni consultive competenti in materia, possa proporre il sostegno finanziario a progetti speciali che si caratterizzano per rilevanza nazionale ed internazionale.

Nell’ambito musica vengono finanziati 22 progetti. Lo stanziamento più ingente va al “Progetto di valorizzazione della produzione e della distribuzione della musica classica a Roma e nel Lazio” che riceve 50 mila euro. Il progetto segue l’intento di valorizzare il repertorio musicale italiano realizzando diversi concerti in aree urbane periferiche della città di Roma e del Lazio. Si tratta di aree che, sottolinea la descrizione del progetto, spesso vengono escluse dai circuiti concertistici di qualità.

Nell’ambito teatro vengono promossi 55 progett. Lo stanziamento più ingente è di 100 mila euro e va a tre organismi e ai loro relativi progetti. Primo progetto è “Actor-Dei” della Pragma s.r.l. . Il progetto mira ad ampliare e portare in scena il messaggio di Padre Pio, con uno spettacolo che utilizza modalità espressive inedite che puntano a modificare il rapporto con il pubblico teatrale e ad attrarre i giovani con il linguaggio musicale. Si finanzia poi con 100 mila euro anche il progetto “Aggiungi un posto a Teatro” di Teatro e società. Finalità è la formazione e l’educazione del pubblico teatrale. Infine, riceve 100 mila euro il progetto “ScenAperta Palermo 2018” del Teatro al Massimo Stabile privato di Palermo. Principale motivazione del progetto è l’apertura del Teatro Dante, edificio storico restituito alla Città di Palermo come sala da 800 posti. Obiettivo è anche la promozione del linguaggio e del lavoro teatrale come opportunità di integrazione, condivisione e coesione.

Sono 17 i progetti speciali nell’ambito danza. Il progetto che riceve il maggior finanziamento, di 63.500 euro, è “Ponti, nuove opportunità di condivisione” dell’Associazione Balletto90. Con esso, si mira al coinvolgimento delle nuove generazioni di artisti nel rispetto della diversa provenienza geografica e culturale delle iniziative selezionate, in linea con un costante focus sull’impegno sociale che l’Associazione ricerca e realizza attraverso la danza.

Infine, nell’ambito circo e spettacolo viaggiante, si finanziano 12 progetti. Il finanziamento più corposo, di 60 mila euro, va al progetto “Le cirque Montecarlo-Bellucci” del Circo Bellucci più acquatico di Bellucci Emidio. Il progetto che coniuga il circo tradizionale con quello contemporaneo e si pone come obiettivo il promuovere momenti di incontro e fruizione del pubblico della cultura circense nelle sue molteplici espressioni.

Info:
www.spettacolodalvivo.beniculturali.it/index.php/contributi-extra-fus/951-progetti-speciali-di-esclusiva-iniziativa-del-ministro-di-cui-all-art44-c2-del-dm-27-luglio-2017

 
"Vicoli" è il primo dei progetti vincitori del bando di Compagnia di San Paolo dedicato alle reti di comunità e alla partecipazione culturale
Obiettivo è costruire una nuova visione dei vicoli: da territorio escluso a valore condiviso

Le zone di via Prè, via del Campo e via della Maddalena sono un’area dei vicoli di Genova percepita da decenni come una ferita da sanare nel centro storico nonostante conservino un patrimonio inestimabile – palazzi nobiliari, chiese barocche, edicole votive e portali, botteghe storiche – e confinino con i musei più importanti della città (Musei Civici di Strada Nuova, Museo del Risorgimento, Musei Nazionali di Palazzo Reale e Palazzo Spinola, Galata Museo del Mare).
In occasione del bando Open Community di Compagnia di San Paolo, un’ampia rete di soggetti che lavorano su questo territorio, musei realtà della cooperazione e dell’aggregazione sociale, imprese e associazioni culturali, si sono messi al lavoro su un progetto comune. L’obiettivo è mettere a sistema gli sforzi portati avanti dalle diverse realtà e creare una rete che unisca questi mondi in un dialogo strutturato, per sperimentare i metodi del coinvolgimento e della partecipazione e avvicinare i cittadini alla cultura e al patrimonio diffuso dell’area. La sfida è quella di costruire insieme una nuova visione dei vicoli: da problema a proposta, da territorio escluso a valore condiviso.
Il progetto, chiamato VicoliDa vincoli a veicoli. Cultura e partecipazione al cuore di Genova, è stato costruito da BAM! Strategie Culturali insieme al capofila della rete, la Cooperativa Sociale Il Laboratorio, soggetto attivo da più di 30 anni nella gestione di servizi educativi per minori e giovani e nella promozione di processi di integrazione sociale e culturale.
La Compagnia di San Paolo aveva lanciato Open Community a marzo 2018: un nuovo bando destinato a progetti focalizzati sul coinvolgimento del pubblico, presentati in tandem da reti di comunità culturali e professionisti dell’audience development. Dopo una prima selezione dei progetti avvenuta a luglio e un percorso di perfezionamento che ha attraversato l’autunno in una serie di incontri tra Torino e Genova, il 10 dicembre sono stati annunciati i vincitori. Vicoli è risultato il primo in graduatoria fra i 9 progetti selezionati, e riceverà un finanziamento di 100.000 euro per 18 mesi di azioni, da febbraio 2019 a luglio 2020.
 
 
Avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali per Parma 2020, Capitale Italiana della Cultura
La call rimarrà aperta fino al 31 marzo 2019

Il Comune di Parma ha indetto un avviso pubblico per selezionare progetti culturali da promuovere attraverso il Programma del 2020, anno in cui la città sarà Capitale Italiana della Cultura. Obiettivo dell’avviso è stimolare il territorio ad esprimere progettualità coerenti con principi, finalità e temi del dossier di candidatura, promuovendo contestualmente la progettazione culturale integrata.
 
Le proposte possono essere presentate dagli enti del terzo settore, dagli enti no profit pubblici e privati e dai soggetti privati che, per notorietà e struttura sociale posseduta, possano dare garanzia di correttezza e validità dell’iniziativa realizzata. Non saranno considerate ammissibili le proposte presentate da persone fisiche, né quelle presentate come capofila dai soggetti che hanno già progetti nel dossier.
Saranno prese in considerazione anche proposte progettuali che prevedano iniziative in ambito nazionale e internazionale, al di fuori del territorio di Parma o dell’Emilia, purché il legame con Parma e il suo territorio sia ben chiaro ed esplicitato.
 
La selezione non produrrà una graduatoria, ma un elenco di progetti valutati idonei o non idonei al Programma di Parma 2020, in base ai criteri e alle modalità definiti nell’avviso stesso. Il bando non prevede erogazione di contributi, le agevolazioni previste hanno natura di vantaggio economico indiretto. 
 
Il bando sarà aperto fino al 31 marzo 2019. Per partecipare i soggetti interessati devono far pervenire le proposte progettuali tramite form on line. Per maggiori informazioni si rimanda all’avviso pubblico scaricabile on line nella Sezione Atti e Bandi del Portale del Comune di Parma all’indirizzo: bit.do/Avviso-Pubblico-2020
 
Oltre all'avviso pubblico il Comune di Parma ha messo a disposizione tre laboratori di progettazione culturale rivolti a operatori e responsabili di organizzazioni, associazioni, soggetti pubblici e privati per migliorare le strategie e gli obiettivi della propria organizzazione e rispondere prontamente alla chiamata della Capitale della Cultura 2020. Le date scelte sono 4 dicembre 2018, 15 e 16 gennaio 2019.
 
Roberto Bolle omaggia Genova in "Danza con me"
La grande étoile dei due mondi ballerà sulle note di Paganini la sera del 1° Gennaio su Rai Uno

Danza con me, l’evento che l‘anno scorso si è aggiudicato il prestigioso premio internazionale del Rose D’Or, torna con un grande omaggio alla città di Genova.

La stella della danza classica, Étoile della Scala e Principal Dancer dell’ABT di New York, Roberto Bolle dedicherà un balletto a Genova e al suo dolore dopo il crollo del Ponte Morandi. Un grande onore che Roberto Bolle ha voluto includere all’interno del suo show, in cui è non solo protagonista ma anche direttore artistico e ideatore, che sarà trasmesso la sera del primo gennaio 2019 su Rai uno.

Uno spettacolo dove la bellezza, la poesia, l’arte, l'ironia e la tecnologia si fonderanno con la danza regalando grandi emozioni e momenti riflessivi. Danzare vuole dire divertirsi ma anche pensare e un pensiero particolare sarà rivolto proprio a Genova.

Dopo aver prestato la sua partecipazione con un balletto inedito per la mostra Paganini Rockstar, attualmente aperta a Palazzo Ducale, Roberto Bolle ha voluto unire l’eccellenza di Paganini con il dramma del Morandi in un’immagine dove gli archetti del violino sovrapponendosi completano la sagoma del ponte, creando un momento televisivo molto intenso.

 

 
Genova e i suoi talenti
Il Comune di Genova istituisce un Comitato per dare sostegno e riconoscimento ai suoi talenti

Valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico ma non solo per il rilancio di Genova, Il Comune vuole dare lustro alla città attraverso i suoi cittadini e i mille talenti che ci operano. Nasce allo scopo il Comitato per i Talenti, istituito dal Comune, composto da esperti indipendenti che valuteranno le candidature che perverranno da organizzazione pubbliche e private a segnalare persone di tutte le età, residenti o nate a Genova, in rappresentanza della città.
Molteplici saranno i settori nei quali i talenti si esprimeranno, dallo sport alle arti grafiche, dalla scrittura alla recitazione e alla comunicazione, le arti visuali, il canto, la musica, la danza, oltre che naturalmente la ricerca, l’innovazione e il lavoro.
Il sostegno del Comune si concretizzerà in interventi di sostegno personalizzati, in visibilità e partecipazione a iniziative e riconoscimenti pubblici in occasione di eventi regionali, nazionali e internazionali e supporto per ottenere sponsorship e sostegni necessari per lo sviluppo dell’attività degli interessati.
Il Comitato, i cui componenti operano a titolo gratuito, è costituito da Carlo Besana, Danila Clegg, Sara Di Paolo, Laura Guglielmi, Heidi Haupt, Sergio Maifredi, Anna Orlando, Cristiano Palozzi, Anna Maria Roncoroni, Vincenzo Spera, Elisa Tomellini.
Nella fase di avvio i lavori sono coordinati da Manuela Arata, Consigliere del Sindaco, che accompagnerà il Comitato verso l’individuazione di un Coordinatore al proprio interno.
 
Le candidature possono essere presentate da Organizzazioni pubbliche e private con adeguate motivazioni. Eventuali autocandidature debbono essere comprovate da premi e riconoscimenti ottenuti.
 
Le candidature possono essere presentate al seguente link:
www.comune.genova.it/content/genova-e-i-suoi-talenti