Nicola Pecoraro “Shadow tests”

Immagine dell'evento
Venerdì, 14 Luglio, 2017 - 11:30 - Domenica, 24 Settembre, 2017 - 11:30
Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce , Via Jacopo Ruffini, 3, Genova

Da un progetto di Ilaria Bonacossa - Assistente curatore Ginevra D’oria

Shadow Tests è il lavoro di Nicola Pecoraro realizzato e pensato per la Project Room di Villa Croce attraverso un’indagine particolare sulla collezione del museo. Il punto di partenza di questo percorso sperimentale sugli elementi meno noti della raccolta di Villa Croce, non sono le opere ma la documentazione. Utilizzando il materiale d’archivio, come i cataloghi e le fotografie digitali, l’artista ne manipola il contenuto scansionando le pagine, editandole e accostando nuovi elementi introdotti da lui.

Su alcuni dei documenti raccolti è intervenuto in maniera intuitiva modificandone la luce o il colore, come attraverso un processo entropico; mentre su altri ha realizzato dei disegni, dei pattern geometrici o rimosso alcuni elementi della pagina.

Il lavoro è presentato come uno slideshow digitale, proiettato all’interno di un ambiente dove il flusso continuo permette di mantenere il carattere “liquido” della composizione. Questo processo libero e continuo rende le immagini più autonome allontanandole dal contesto di origine per suggerire altre possibili letture e associazioni. In questa nuova narrazione, dove emerge anche l’elemento casuale – ricorrente e ricercato nei suoi lavori – Pecoraro utilizza le opere come materiale narrativo in cui la traccia sonora ha lo scopo di rafforzare questo processo. Accedendo nella project room, lo spettatore diventa parte fondamentale dell’installazione, libero di interagire e di interpretare il lavoro, la sua presenza trasforma nuovamente lo spazio. Shadow Tests nasce come un prototipo di libro, realizzato pagina per pagina ma presentato come una serie d’immagini proiettate senza un ordine particolare. Questo titolo racchiude molto del processo creativo di Pecoraro che spesso procede nella sua ricerca per tentativi, per test, compiendo una serie di interventi sottili, talvolta ben definiti e altre volte più velati. Attraverso un approccio intuitivo dove viene lasciato consapevolmente un margine al “caso”, l’artista si pone in un certo senso allo stesso piano dello spettatore, può intuire quello che sta per accadere ma non ne ha la certezza e mantiene così la stessa curiosità di chi osserva le sue installazioni per la prima volta. La traccia audio che completa l’ambiente realizzato per Villa Croce è un edit del materiale accumulato dall’artista nella sua attività di studio quotidiana e che, come spesso avviene nella sua ricerca, viene lasciato sedimentare e poi rielaborato attraverso una serie di tentativi no a raggiungere la frequenza adatta ad accompagnare la proiezione. È come se Pecoraro estrapolasse dagli elementi del suo archivio personale ciò che gli serve per nalizzare l’installazione, facendoli scorrere attraverso la sua sensibilità estetica, ibrida e deformante, per riportarli in primo piano e creare una sintonia tra la traccia sonora e lo slideshow.

Shadow Tests è un lavoro che ha alla base un interesse per l’aspetto materico iniziale delle opere, che passano da oggetti fisici a carta stampata a proiezioni di luce, arrivando ad essere qualcosa di tangibile solo attraverso la retina. Lavorando sui cataloghi delle opere in collezione, Nicola Pecoraro utilizza una documentazione già mediata, in un certo senso già lontana dall’opera stessa, permettendogli di intervenire liberamente senza l’influenza della paternità del lavoro o della storia e creando un dialogo nuovo, un percorso suggestivo, instabile e contaminato, attraverso le sculture della collezione di Villa Croce.

ORARI:
giovedì e venerdì 12-19
sabato e domenica 10-20
lunedì,  martedì e mercoledì chiuso

Info:

www.villacroce.org/mostra/nicola-pecoraro-shadow-tests