WALK the LINE quando l'arte colora la città: 8 marzo h 16 inaugurazione dell'opera del pilone 80 della sopraelevata

L'opera d'arte urbana è di La Fille Bertha, muralista e illustratrice.

“A Sky for One’s Own” è l'opera che Alessandra Pulixi, in arte La Fille Bertha sta realizzando sul pilone 80 all'interno del progetto WALK the LINE. Un inno all'affermazione del sé che vuole spostare l'attenzione dal concetto di difesa e protezione in favore della libertà e dell'indipendenza femminile. L'ispirazione nasce dalle parole del Manifesto del movimento #nonunadimeno “...non una donna ammazzata o maltrattata di più, certo, ma non ci basta! Vogliamo NON UNA DI MENO a occupare lo spazio pubblico, a riprendersi la decisione sul corpo e sulla vita, a incarnare la forza immensa delle donne.”
L'opera che ne esce è una creatura alata che si erge fiera nel proprio cielo stellato dominando dall'alto lo spazio circostante e contrapponendosi libera dalla figura animale del lato opposto, che rappresenta le insidie da cui la donna si deve guardare, prima a livello personale e poi nel contesto urbano e sociale. L'artista vuole sottolineare il passaggio dalla posizione incentrata sulla difesa della propria posizione di donna (sia in quanto difesa fisica, che in quanto difesa di tipo morale) a una posizione di indipendenza morale, spirituale ed intellettuale, in quanto individui e in quanto donne, attraverso una condizione denotata da una soggettiva’  maggiormente attiva.
Questo intervento artistico, voluto fortemente dell'Assessorato Cultura e Turismo e dall'Assessorato Legalità e Dirittti, rientra nelle attività Organizzate dal Comune di Genova LIBERE DI ESSERE non solo l'8 marzo (programma), e sarà inaugurato Mercoledì 8 Marzo alle ore 16.00 con una visita al luogo e un brindisi presso InDarsena Oyster bar.
Il pilone 80 rappresenta inoltre l'inizio delle attività del 2017 che oltre a vedere la realizzazione di altri piloni da parte degli artisti Seacreative, Geometric Bang, Crisa e altri, vedrà momenti di diffusione dell'arte urbana attraverso tre incontri e una mostra al Museo di Villa Croce.

Questa azione artistica apre l'ultimo ciclo di attività sul territorio ligure del progetto europeo CreArt - network of cities for artistic creation.

Leggi di più

 

La scadenza del bando è stata prorogata al 31 luglio 2019
I curatori preselezionati potranno accedere alla selezione internazionale