Avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali per Parma 2020, Capitale Italiana della Cultura

La call rimarrà aperta fino al 31 marzo 2019


Il Comune di Parma ha indetto un avviso pubblico per selezionare progetti culturali da promuovere attraverso il Programma del 2020, anno in cui la città sarà Capitale Italiana della Cultura. Obiettivo dell’avviso è stimolare il territorio ad esprimere progettualità coerenti con principi, finalità e temi del dossier di candidatura, promuovendo contestualmente la progettazione culturale integrata.
 
Le proposte possono essere presentate dagli enti del terzo settore, dagli enti no profit pubblici e privati e dai soggetti privati che, per notorietà e struttura sociale posseduta, possano dare garanzia di correttezza e validità dell’iniziativa realizzata. Non saranno considerate ammissibili le proposte presentate da persone fisiche, né quelle presentate come capofila dai soggetti che hanno già progetti nel dossier.
Saranno prese in considerazione anche proposte progettuali che prevedano iniziative in ambito nazionale e internazionale, al di fuori del territorio di Parma o dell’Emilia, purché il legame con Parma e il suo territorio sia ben chiaro ed esplicitato.
 
La selezione non produrrà una graduatoria, ma un elenco di progetti valutati idonei o non idonei al Programma di Parma 2020, in base ai criteri e alle modalità definiti nell’avviso stesso. Il bando non prevede erogazione di contributi, le agevolazioni previste hanno natura di vantaggio economico indiretto. 
 
Il bando sarà aperto fino al 31 marzo 2019. Per partecipare i soggetti interessati devono far pervenire le proposte progettuali tramite form on line. Per maggiori informazioni si rimanda all’avviso pubblico scaricabile on line nella Sezione Atti e Bandi del Portale del Comune di Parma all’indirizzo: bit.do/Avviso-Pubblico-2020
 
Oltre all'avviso pubblico il Comune di Parma ha messo a disposizione tre laboratori di progettazione culturale rivolti a operatori e responsabili di organizzazioni, associazioni, soggetti pubblici e privati per migliorare le strategie e gli obiettivi della propria organizzazione e rispondere prontamente alla chiamata della Capitale della Cultura 2020. Le date scelte sono 4 dicembre 2018, 15 e 16 gennaio 2019.